Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Cerca un gatto smarrito e trova una bomba a mano militare

Categories: Bonifica perché

Esercito Italiano

Comando Forze Operative Nord di PadovaComando Forze Operative Sud di NapoliComando Truppe Alpine

ArezzoSienaFirenzeLuccaPisaMassa-CarraraLivornoGrossetoPistoia

Prato

Una bomba a mano modello 35 della Srcm è stata rinvenuta sabato scorso sotto le tegole della parte di tetto crollata della Gualchiera di Coiano. La scoperta è stata fatta casualmente da Paolo Bellucci, socio dell’associazione “Insieme per la Gualchiera di Coiano”, che si era inoltrato nella parte dove è avvenuto il crollo del tetto, alla ricerca di un gatto domestico scomparso nella zona fra via Brofferio e appunto via della Gualchiera. Ha avvisato subito la Questura. Dopo i primi sopralluoghi della Polizia è stata interessato il reparto artificieri dell’Esercito, (2° Reggimento Genio Pontieri PiacenzaComando Forze Operative Nord di Padova) che ieri ha fatto il sopralluogo. La bomba, con una forma a bussolotto, di colore rosso per il peso di circa due etti e mezzo, sarebbe ancora carica, e se fosse armata conterrebbe 43 grammi di una miscela di tritolo e trinitronaftalina, così come viene descritta dalla casa costruttrice. Il modello 35 della Srcm è una bomba di tipo offensivo a frammentazione in dotazione all’esercito italiano fin dal 1935. Quella trovata alla Gualchiera di Coiano sarebbe stata fabbricata attorno al 1970. Tutta la zona della Gualchiera è stata posta in sicurezza e chiusa dalla questura e solo quando possibile, essendo un luogo con accesso volontario, la bomba a mano verrà tolta o fatta brillare sul posto dagli artificieri dell’Esercito. Non è comunque pericolosa se ci si tiene a distanza. «Nessuno sa come possa essere finita lì. Questa parte di tetto è caduta da molti anni e proprio adesso, grazie al Comune, una ditta appaltatrice stava togliendo le macerie. Adesso è tutto di nuovo fermo, lavori, accesso alla Gualchiera e anche agli orti sociali. Speriamo che la bomba sia tolta quanto prima e ci si accerti che non ce ne siano altre», ha commentato Roberto Dei, presidente dell’associazione che si occupa della valorizzazione dell’edificio.

Foto-Fonte: https://iltirreno.gelocal.it/prato/cronaca/2021/03/30/news/cerca-un-gatto-smarrito-e-trova-una-bomba-a-mano-militare-1.40090105

È importante ricordare che, in casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità e informare immediatamente le Forze di Polizia

Valle d’AostaPiemonte, LiguriaLombardiaTrentino-Alto AdigeVeneto,

Friuli-Venezia GiuliaEmiliaRomagnaToscanaUmbriaMarcheLazioAbruzzoMolise

CampaniaPugliaBasilicataCalabriaSiciliaSardegna

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
bomba