Bonifica perché

IMG-20170116-WA0016-polizia2-1-1

Due bombe a mano perfettamente funzionanti ritrovate in contrada Macchia di Casa

Due bombe a mano, per fortuna entrambe dotate di sicura, sono state trovate in contrada Macchia di Casa, nell’agro di Monopoli. La scoperta è stata fatta dagli agenti del locale Commissariato di polizia che hanno avvertito gli artificieri della Questura di Bari. E’ toccato a questi ultimi trasportarle in altra zona per farle brillare. Dal…

IMG_20170116_160242

Filobus e cantieri Spunta una bomba Stop alle ruspe

di Chiara Bazzanella Le ruspe al lavoro per la realizzazione della nuova rete di filobus, in via Tunisi, di fronte al Policlinico si sono imbattute oggi in un ordigno bellico. Mentre gli operai stavano procedendo con la realizzazione dei plinti necessari a sostenere i futuri pali per l’alimentazione elettrica del filobus, si sono infatti imbattuti nella…

SAN COSTANZO – Il Genio Ferrioveri dell’esercito ha dato il via ieri mattina alla rimozione del primo ordigno bellico, ritrovato lungo la strada provinciale Orcianese nella frazione di Cerasa. Fin dalla prima mattina, in collaborazione con polizia municipale, carabinieri e croce rossa gli artificieri hanno provveduto a bonificare il sito da cui estrarre uno dei due ordigni bellici di fabbricazione italiana, che costitutivano un pericoloso “blocco stradale” dal peso totale di circa 100 kg per bomba. , ha scritto la sindaca sancostanzese Margherita Pedinelli in un post su Facebook annunciando l’esecuzione di un intervento atteso dalla fine di novembre, quando durante il corso dei lavori di manutenzione alla rete idrica il personale della ditta Marche Multiservizi rinvenne i due ordigni bellici al di sotto del manto stradale. Le operazioni di bonifica termineranno con la rimozione del’intero “blocco”. . Durante l’intervento degli artificieri, il traffico è rimasto regolare con le auto che sono transitate in via Caminate o in via San Lorenzo a seconda delle direttrici di marcia prescelte. L’ordigno rimosso ieri è stato fatto esplodere in una cava dell’anconetano, nel comune di Corinaldo. Per i residenti di Cerasa ci sarà da attendere ancora qualche settimana per la riapertura completa della strada provinciale che collega la frazione con i comuni di Barchi e con San Costanzo. La rimozione del secondo ordigno, resa più complessa per il particolare tipo di innesco, necessiterà dell’evacuazione temporanea dei residenti in un raggio di km che sarà ufficializzato nella riunione del 18 gennaio a Pesaro.  Jacopo Zuccari (nelle foto il luogo della rimozione dell'ordigno bellico a Cerasa)

San Costanzo, rimossa prima bomba Pe la seconda servirà l’evacuazione

SAN COSTANZO – Il genio ferrovieri dell’Esercito ha dato il via ieri mattina alla rimozione del primo ordigno bellico, ritrovato lungo la strada provinciale Orcianese nella frazione di Cerasa. Fin dalla prima mattina, in collaborazione con polizia municipale, carabinieri e Croce rossa gli artificieri hanno provveduto a bonificare il sito da cui estrarre uno dei…

ordigno-bellico-2

Ritrovate ad Aprilia mine inesplose della Seconda Guerra Mondiale

Polizia Locale ed artificieri sono al lavoro da questa mattina per mettere in sicurezza alcune mine inesplose risalenti alla Seconda Guerra Mondiale. Varie le zone della città che sono state interessate dai ritrovamenti, dunque un’operazione che richiederà del tempo per essere completata. Le segnalazioni dei ritrovamenti sono arrivate la scorsa settimana. Cinque in tutto gli…

7ZvktkqTURBXy83Mjc5MjgyOTFlNmZhMTE3MWY0NGFlZjA5OWM2ODMwMi5qcGVnkpUDAMySzRCgzQlakwXNAxTNAbw

CATANIA: TROVATO ORDIGNO BELLICO. TAVOLO TECNICO PER LE OPERAZIONI DI RIMOZIONE

E’ stato rinvenuto un ordigno bellico nel territorio di Paternò in zona fiume Simeto circa, e la prefettura ha convocato un tavolo tecnico per coordinare le operazioni. L’esercito ha deciso di trasportarlo fino alla cava a Belpasso, e si sono individuati i percorsi, i cancelli, le istituzioni coinvolte, la data 21 gennaio e gli orari. Fonte: http://www.ultimatv.it/2017/01/12/catania-trovato-ordigno-bellico-tavolo-tecnico-per-le-operazioni-di-rimozione/ Foto: Archivio

leggi-tutte

Editoriali

syr04_2012_09_aleppo_emergsupp_0010

The names of death

In Afghanistan nel territorio della Provincia di Nangarhar, un bus trasporta persone decise a rientrare nelle proprie cittadine. Ma il mezzo di trasporto pressa una mina. L’ordigno esplode assassinando 7 civili tra cui una donna e tre bambini. Notizia comunicata anche dal Ministero dell’Interno. L’United Nations Assistance Mission In Afghanistan, (UNAMA), conferma che 84% delle…

16003113_10209562150342887_5199770113735681808_n

100 Voci per Amatrice al Centro Culturale Comunale di Valenzano

Il 14 Gennaio alle ore 18,00 presso Il Centro Culturale Comunale di Valenzano in occasione di una mostra d’arte pittorica e fotografica è stata presentata l’Antologia 100 Voci per Amatrice curata dalla Professoressa Santa Vetturi, Presidente dell’Associazione Virtute e canoscenza. In Sala Teodoro Cavallo, Assessore alla cultura del Comune di Valenzano, Maria Cimarrusti, Consigliera Comunale,…

A government soldier on patrol in the streets of Somalia's war-torn capital demonstrates to Somali children how to use a Kalashnikov rifle during a gesture by the soldiers to win the goodwill of the residents of Mogadishu, on September 13, 2009. British intelligence chiefs have warned Prime Minster Gordon Brown's government that the number of young Britons travelling to Somalia to partcipate in terror-training camps is rising noting that the number of people with no direct family connection in Somalia travelling there per year had quadrupled to 100 since 2004. The Shebab, an Al-Qaeda inspired movement, is spearheading a three-month-old offensive to topple Somalia's President Sharif Sheikh Ahmed and has imposed strict Sharia law in areas under its control. AFP PHOTO/ MOHAMED DAHIR (Photo credit should read MOHAMED DAHIR/AFP/Getty Images)

Terror in Mogadiscio

Il terrore prosegue a Mogadiscio, in Somalia. Nella zona di Bal’ad (Balcad), una mina esplode, uccide due civili, la gente colpita da onda e schegge si accascia, altri compiono qualche passo prima di cedere alle ferite. È il caos, la folla presente terrificata fugge in ogni direzione.  Si odono spari di mitragliatrice, ognuno cerca riparo,…