Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Veghel, liberi di pescare ordigni bellici

Categories: Bonifica perché,Editoriali

15/06/2016 Paesi Bassi, Olanda, Veghel

Il pericolo prodotto dai residuati bellici non è uniformamene recepito tra gli Stati europei. In Polonia rinvenire e spostare un residuato bellico, è un reato che prevede sanzioni civili e penali, in Italia, sollevare un residuato bellico corrisponde al reato di detenzione. In Francia e Germania ancora peggio, In Belgio di questi tempi c’è l’arresto. In Olanda al contrario è possibile addirittura andare a pesca di ordigni inesplosi. A Veghel un pescatore-magnete di ordigni inesplosi, intervistato dal giornale Omroep Brabant, addirittura si vanta d’aver pescato nel canale Aa 4 residuati inesplosi. Questi geni della pesca sono convinti di non correre rischi, che tra l’altro e “consapevolmente” di riflesso trasmettono a persone vicine. In Europa molti Stati promuovono campagne, rivolte ai rischi derivanti dai residuati che ancora oggi continuano a “far male”, un esempio per tutti ciò che è accaduto a Differdange, cittadina industriale del Granducato di Lussemburgo, ma la grave notizia nella grande Olanda ancora non è giunta.

Foto_Stuve_Fotografie (1)

Foto: omroepbrabant.nl

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Foto_Stuve_Fotografie