Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Ristruttura la propria casa a Cassacco e trova 5 ordigni bellici

Categories: Bonifica perché

PordenoneTriesteGorizia

Udine

Sabrina Certomà

I residuati bellici dei due conflitti mondiali continuano ad emergere incessanti nella regione del Friuli Venezia Giulia impegnando attivamente il personale del terzo (3°) Reggimento Guastatori di Udine, (Comando forze operative nord di Padova), nella loro diuturna e istituzionale attività di bonifica. Venerdì 24 luglio, su mandato della Prefettura di Udine, gli artificieri del terzo Reggimento hanno effettuato delle operazioni di bonifica del territorio da residuati bellici risalenti al secondo conflitto mondiale. I guastatori, accompagnati dai Carabinieri della stazione di Tricesimo, si sono recati in frazione Conogliano in via Garibaldi 2 nel comune di Cassacco, dove giorni addietro il proprietario durante i lavori di ristrutturazione della propria abitazione nelle fasi di demolizione di un muro aveva allertato le forze dell’ordine insospettito dalla presenza di alcuni presunti ordigni. Gli artificieri dell’Esercito giunti sul posto hanno rinvenuto la presenza di munizionamento e ordigni bellici ancora attivi risalenti tutti alla Seconda Guerra Mondiale; nella fattispecie 4 bombe a mano H.E. (High Explosive – Alto Eplosivo) tedeschemod. BZE, 1 bomba a mano HE inglese mod. N36,1 bomba a mano HE francese mod. F1, 20 cartucce calibro 9 mm italiane in pessimo stato di conservazione e 10 bossoli per cartucce calibro 9 mm. Dopo aver messo in sicurezza gli ordigni e averli trasportati in un luogo idoneo al brillamento, presso l’ex polveriera San Mauro nel comune di Premariacco, dove nel frattempo era stata predisposta una buca, in gergo militare detta “fornello”, all’interno della quale, con l’innesco di altro esplosivo militare, sono stati definitivamente neutralizzati.

Foto-Fonte: https://www.friulioggi.it/cassacco/ordigni-bellici-cassacco-24-luglio-2020/

È importante ricordare che, in casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità e informare immediatamente le Forze di Polizia

Valle d’AostaPiemonteLiguriaLombardiaTrentino-Alto AdigeVeneto,

Friuli-Venezia GiuliaEmiliaRomagnaToscanaUmbriaMarcheLazioAbruzzoMolise

CampaniaPugliaBasilicataCalabriaSiciliaSardegna

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
WhatsApp-Image-2020-07-24-at-14.55.13-777x437