Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Recuperata granata da mortaio inglese in val Rosandra

Categories: Bonifica perché

Trieste

di Nicolò Giraldi

Una giornata di pioggia intensa, il torrente Rosandra che si ingrossa e, tutto ad un tratto compare qualcosa che ha le sembianze di un ordigno bellico. Luca Fornasaris sul gruppo Facebook Misteri e Meraviglie del Carso pubblica tre foto che riprendono esattamente l’arma. “Sotto el primo pontisel in Valle” scrive. Le reazioni sono delle più diverse, ma tutte generalmente accorte e premurose nel dare l’allarme e far giungere sul posto chi di dovere.   Arrivano così dapprima i Carabinieri di San Dorligo della Valle/Dolina e successivamente gli artificieri della Questura di Trieste che effettuano la messa in sicurezza e il recupero. “Si tratta di una granata da mortaio inglese risalente alla Seconda guerra mondiale ed è stata recuperata in zona boschiva all’interno della Riserva Naturale della Val Rosandra/Glinscica” hanno affermato fonti del Comando Provinciale dei Carabinieri. Non sono inusuali affioramenti di ordigni bellici nel territorio dell’ex provincia di Trieste.

Foto-Fonte: http://www.triesteprima.it/cronaca/recuperata-granata-da-mortaio-val-rosandra-4-febbraio-2019.html

Foto Luca Fornasaris (da Misteri e Meraviglie del Carso)

È importante ricordare che, in casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità e informare immediatamente le Forze di Polizia

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
51565874_1622524047894336_6460630337973125120_n-3