Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Orroli, 50-enne ferito da un ordigno o ordigno bellico?

Categories: Bonifica perché,Editoriali

OlbiaSassariOristanoCagliariNuoroOgliastra

Carbonia-Iglesias

Il 28 giugno a Orroli, in pieno centro, un 50-enne è investito dall’esplosione di un ordigno che intende smanettare. La vittima, perde una mano e subisce amputazioni all’altra. A dare la notizia sono i maggiori giornali dell’Isola, Nessun quotidiano pone la tragica vicenda come atto malavitoso o ipotizza un ordigno artigianale. Il 29 al contrario delle consuetudini giornalistiche, questa storia è inspiegabilmente e improvvisamente silenziata. Ovviamente noi ci chiediamo le ragioni di questo silenzio. La parola “ordigno” non specifica nulla. Dopo una veloce ricerca su internet, abbiamo scoperto che a meno di dieci chilometri da Orroli, tra i territori di Serri e Nurri ancora oggi c’è un ex campo militare utilizzato dai tedeschi nel corso della seconda guerra mondiale e a partire dal dopo guerra qualche ragazzo ha pure raccolto e smontato ordigni. In attesa di risposte certe e documentate da parte dei cronisti professionisti, per il momento preferiamo non proseguire la polemica.

Giovanni Lafirenze

Valle d’AostaPiemonteLiguriaLombardiaTrentino-Alto AdigeVeneto,

Friuli-Venezia GiuliaEmiliaRomagnaToscanaUmbriaMarcheLazioAbruzzoMolise

CampaniaPugliaBasilicataCalabriaSiciliaSardegna

cagliaripad.it

unionesarda.it

sardiniapost.it

vistanet.it

castedduonline.it

sardegnalive.net

telesardegna.net

videolina.it

Foto: lanuovasardegna.it

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
60300106