Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Lavora il campo e trova una bomba tra le più diffuse della Grande Guerra

Categories: Bonifica perché

di Paola Treppo

TRICESIMO – Mentre è intento ad arare il suo camporinviene una bomba a mano di fabbricazione italiana modello “Sipe”, cioè prodotta dalla “Società italiana prodotti esplodenti” di Milano. L’ordigno, che per fortuna non è deflagrato, era di quelli usati dai soldati del Regio Esercito durante il primo conflitto mondiale. L’ha trovato per caso un agricoltore che ha dato l’allarme facendo intervenire gli artificieri che hanno isolato la zona e rimosso in sicurezza l’ordigno, nella campagne di Tricesimo. Adottata nel 1915, è usata anche nelle battaglie dei primi anni del secondo conflitto; è una delle bombe più famose della Grande Guerra, tanto da essere citata pure da Emilio Lussu nel suo libro di memorie, il capolavoro “Un anno sull’altipiano” Fonte: http://www.ilgazzettino.it/nordest/udine/ara_campo_trova_bomba_sipe_le_piu_famose_grande_guerra_tricesimo_udine-1505799.html

Foto: ilgazzettino.it

lussu-un-anno-sull-altipiano

Foto: twletteratura.org

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
1505799_0001_bomba_sipe