Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

IL DRAMMA DI GORLA

Categories: Editoriali

Sappiamo che, anche se lontani, il ricordo delle piccole vittime di Gorla ci avvicina tutti. Vogliate girare invito e locandina a chiunque possa essere interessato, aiutandoci a diffondere la memoria di questo evento tanto simbolico.

 A.N.V.C.G. Milano

Obbiettivi della 15 AF: Isotta Fraschini, Breda e Alfaromeo.
451° target  Breda
461°   “        Isotta Fraschini
484°   “        Alfaromeo
Quota d’attacco: 6000 metri

Il piano studiato non coincide perfettamente con l’attacco e una bomba penetra la scuola ed esplode, mentre gli scolari si avviano verso un rifugio. Una sfera infuocata ad altissima temperatura investe alunni, bidelli ed insegnanti. Non solo: le macerie dello stabile travolgono ogni essere umano presente nell’edificio.  Molti muoiono a causa del fattore termico, altri colpiti dalle schegge dell’ordigno o centrati da frammenti dei calcinacci della scuola, alcuni sono colti da una potente onda d’urto ad alta pressione e ipertermica, che prima dilania i corpi dei bimbi e subito dopo proietta le membra all’interno di una potente cascata di detriti.  I più sfortunati periscono esangui nell’attesa d’impossibili soccorsi.
Le prossime pagine sono le fotocopie del documento originale del  “1944”:

Clicca qui per l’articolo dell’ufficio propaganda Edizioni ERRE

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Gorla 2018_Milano copy