Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Esercito svizzero. Effettuare brillamenti per la sicurezza

Categories: ultime

09/10/2020 Svizzera

Comunicazione Difesa, Michael Senn

La Centrale d’annuncio di proiettili inesplosi a Spiez è il punto di partenza di ogni singolo impiego degli addetti all’eliminazione di munizioni inesplose. Qui giungono tramite app, e-mail o telefono le notifiche di munizioni avvistate. Le 738 notifiche pervenute l’anno scorso si situano di un considerevole 24% al di sopra della media decennale. Sulla base delle informazioni ricevute, come l’ubicazione, il tipo di munizione e il suo stato, gli esperti decidono come procedere in ogni singolo caso.

Fino agli angoli più remoti

Oltre il 40% delle notifiche proviene dai Cantoni di Berna, dei Grigioni e del Vallese. Ciò non dipende soltanto dall’ampia superficie di questi Cantoni, ma anche dal fatto che sono regioni molto amate dagli escursionisti. Inoltre presentano un elevato numero di (ex) piazze di tiro e zone degli obiettivi. I luoghi a volte molto isolati rendono gli sgomberi particolarmente impegnativi. Non di rado quindi gli addetti all’eliminazione di munizioni inesplose devono fare affidamento sull’intervento degli elicotteri. In tal modo l’anno scorso è stato possibile portare via da queste zone ben 46 tonnellate di rottami.

I ghiacciai si ritirano e il lavoro aumenta

Nonostante la diminuzione dell’attività di tiro dell’esercito, il numero di ritrovamenti aumenta ogni anno. Lo scioglimento della neve e dei ghiacciai ad altitudini elevate, la buona collaborazione con la truppa e la polizia come pure le numerose e apprezzate attività nel tempo libero in montagna spiegano quest’aumento. A lungo termine tuttavia è possibile aspettarsi una diminuzione dei proiettili inesplosi rinvenuti, poiché tendenzialmente vi sono meno attività di tiro e le piazze di tiro come pure le zone degli obiettivi vengono progressivamente messe fuori servizio. Tuttavia dal momento che a seguito dello scioglimento della neve, delle frane, delle azioni di sgombero su larga scala o di altre circostanze i proiettili inesplosi vengono rinvenuti solo con un certo ritardo, tale diminuzione non ha luogo da subito.

Una sorpresa esplosiva

Oltre che nelle regioni di montagna, proiettili inesplosi, residui di munizioni e simili vengono rinvenuti di frequente anche nei laghi e nei corsi d’acqua come pure in occasione di sgomberi di edifici o scavi. Non di rado tali ritrovamenti fanno parlare di sé nei media poiché a seconda del pezzo ritrovato devono essere evacuati edifici o intere zone abitate. Indipendentemente da quanto grande, rovinato dal tempo o ammaccato possa apparire un oggetto rinvenuto, vale la massima: agisci correttamente per proteggere te stesso e gli altri e segui la procedura corretta: non toccare – contrassegnare – notificare, per telefono o tramite app.

Tale massima aiuta a prendere la decisione corretta, a non correre rischi e a rendere riconoscibile il luogo del ritrovamento ad altre persone nonché agli addetti all’eliminazione delle munizioni inesplose. Con il vostro annuncio i professionisti di Spiez possono adempiere il proprio lavoro e continuare a provvedere alla nostra sicurezza.

Notificare i proiettili inesplosi

Per «proiettili inesplosi» si intendono le munizioni che non sono esplose oppure che sono esplose solo in parte, ad esempio perché sono cadute in acqua, nella neve o in terreni molli oppure perché la spoletta non ha funzionato a dovere. I proiettili inesplosi e i residui di munizioni si trovano spesso su piazze di tiro, in zone degli obiettivi situate in montagna o sui ghiacciai, ma possono essere lasciati anche in memoria di militari deceduti come ricordo del loro servizio. Al fine di evitare incidenti, occorre osservare i seguenti principi: non toccare – contrassegnare – notificare, per telefono o tramite app. Nel limite del possibile utilizzate l’app «Inesploso» che potete scaricare gratuitamente dall’App Store o dal Google Play Store. Potete notificare il ritrovamento anche per telefono al numero 117.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
image.7078_078_web_16x10_TdM_d