Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Enola Gay, Notte del 6 agosto 1945. La fisica e il vaso di Pandora

Categories: Editoriali

Ore 2,45 …Il colonnello Paul Tibberts appartenente all’aviazione americana accarezza con il proprio sguardo il suo B-29, ribattezzato in onore della madre Enola Gay. Tinian, piccola isola nel Pacifico, è dotata di più piste di decollo. I bombardieri utilizzano tre di queste.

Ore 8,15 …

Il cielo è limpido. L’equipaggio dell’unità speciale 509 è sulla verticale d’Hiroshima. L’ufficiale addetto allo sgancio inquadra il ponte d’Aioi e lascia precipitare da oltre diecimila metri, una bomba da quattro tonnellate. Curiosamente l’ordigno ancora oggi è identificato dal nomignolo: “Little Boy”. Questo nasconde al suo interno, un cuore d’Uranio puro ( 235 U ).

…Come previsto, a 580 metri dal suolo, Little Boy esplode. La reazione nucleare crea una serie infinita di fissioni neutroniche. Tempeste radioattive si estendono su una città che già non esiste più.

Giovanni Lafirenze

Articolo scritto nel 2008

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
enola_gay