Cambodia03

Samraong, esplode residuato bellico che uccide tre adolescenti

08/05/2016 Cambogia, Oddar Meancheay, Samraong Tre ragazzi, Sieng Ly, 12 anni, Chann Sann, 14 e Tuy Chamroeun 15, notano un ordigno inesploso conficcato nel tronco di un albero. Certo non è raro, trovare residuati bellici arroccati in piante, ma tra i meandri nascosti dei boschi, in periferia di un centro abitato non dovrebbe essere possibile….

338835

Hacer, corre, corre, corre….

  Una donna 25 enne è tra i campi, raccoglie verdura selvatica, stanca si ferma ad osservare il panorama che elargisce la collina. Ventisette anni fa il luogo è stato teatro di sanguinose battaglie tra gli eserciti iracheni ed iraniani. La donna, Hacer Vahidi riprende a raccogliere l’insalata da portare a casa. Mancano pochi minuti…

mine_sign

Pa Rai, esplode mina anti-uomo due feriti gravi

02/05/2016 Thailandia, Sa Kaeo, Pa Rai Un gruppo di abitanti della piccola comunità thailandese di Pa Rai, dopo due giorni d’intensa pioggia, decide di recarsi tra i campi d’Aranyaprathet per raccogliere verdura, legna e quant’altro. È domenica mattina, riferisce il Daily News Online. La minuta comitiva è intenta a riempire panieri e buste, forse qualcuno…

13115393_10201381502097749_498039532_n

Conoscere per Ri-conoscere a Vercelli

Il 29 aprile la Campagna  Conoscere per Ri-Conoscere raggiunge  Vercelli, ad organizzare  l’evento l’Associazione Vittime Civili di Guerra  e la Sezione vercellese dell’A. N. A. Ad ospitarlo è l’Istituto Cavour. L’aula Magna è colma di studenti, professori, sia dell’ l’Istituto Cavour, sia dell’Istituto  Ferraris. In sala, presenti il Presidente vicario A.N.A. di Vercelli Flavio Negro,…

Catturaordigni

Residuati bellici tra vita e morte

La notizia è incredibile, ma anche no. Un gruppo di bambini gioca con una granata anticarro risalente alla seconda guerra mondiale, rinvenuta a dire delle fonti in zona Finthen. La prima ipotesi è che i ragazzini abbiano trovato l’ordigno abbandonato tra aiuole o in strada. In ogni caso le fonti non spiegano l’importante particolare. A…

Newborn Syrian baby Zain Al-Abideen receives care from an MSF nurse in the neonatal unit at the mother and child hospital in Irbid.

Aleppo, raid aereo sull’Ospedale di Medici Senza Frontiere

Mentre il primo maggio, a Bari, in Largo Lorusso per mezzo di un gazebo, inizia la Campagna itinerante rivolta alla “cultura della pace” organizzata dall’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra e voluta dal Presidente Nazionale Giuseppe Castronovo in altre parti del mondo le guerre continuano. E continuano  tanto “bene” da produrre ogni giorno, ogni ora,…

Lise Grande briefing PS

Ramadi: il lampo in un orecchio e nell’altro il Paradiso (F.D.A.)

La notizia o piuttosto l’allarme è lanciato direttamente dalle Nazioni Unite. Decine e decine di residenti rientrano presso le proprie case, Ramadi è ormai libera da tempo, l’Esercito iracheno nel dicembre 2015 sconfigge il nemico. Tuttavia continuano ad esplodere trappole e mine, tutte targate  Daesh Takfiri, organizzazione terroristica jihadista legata ai gruppi Isis. Lise Grande,…

sudan image for map

Uccisi dai grandi numeri

Mentre continuano conflitti armati che interrompono la tregua siriana, e mentre si intensificano i combattimenti nel  Kordofan Meridionale (Sudan) e mentre Papa Francesco definisce “dimenticata da tutti” la guerra in Ucraina, in altre zone ex teatri di guerre, i residuati bellici continuano a ferire ad uccidere. In Tunisia nel Kasserine e precisamente a Sebitla una…

13847965-large

Genitori, bombe e figli

Accade in periferia, Comune di Windhausen, due ragazzini, il primo di 10 il secondo di 12 anni compiono una specie di caccia al tesoro per mezzo di un  metal detector, strumento quest’ultimo che permette di rinvenire, gavette, utensili, vecchie lamette da barba, elmetti della seconda e prima guerra mondiale. Tuttavia sempre il metal detector è…

DSCN4747

Conoscere per Ri-conoscere ad Ortona

L’otto aprile si è svolta ad Ortona la campagna dell’Associazione Vittime Civili di Guerra, “Conoscere per Ri-Conoscere. L’evento organizzato con la collaborazione del Centro studi History Hunters, gruppo associativo che raccoglie a sé appassionati storici, storiografi e ricercatori di reperti risalenti alla guerra patita dalla città, non solo, gran parte del materiale espositivo, ovviamente inerte…

Lascia un commento