Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Dagli scavi per la rotatoria “spuntano” due bombe

Categories: Bonifica perché

Due vecchie bombe da mortaio della Seconda guerra mondiale. Residuati bellici rimasti a lungo sotto terra e scoperti solo grazie agli scavi in corso lunga la strada provinciale del Lungomonte, a San Giuliano Terme, nell’ambito del cantiere (che prevede interventi anche sulla viabilità pubblica) per la costruzione di una moderna casa della salute a servizio della cittadinanza. Il ritrovamento è di giovedì 9 agosto. Gli ordigni, prelevati e custoditi adeguatamente, sono stati fatti brillare ieri mattina: operazione rapida e condotta in sicurezza nell’area di cantiere senza la necessità di ulteriori provvedimenti per la popolazione.  «Le bombe sono state rimosse e poste in un luogo sicuro – spiega il sindaco di San Giuliano, Sergio Di Maio -, ciò è stato possibile grazie all’intervento della Prefettura e al tempestivo intervento del Genio pontieri di Piacenza che ha rimosso le bombe dal luogo del rinvenimento permettendo così la prosecuzione dei lavori del cantiere. A loro, ai Carabinieri e ai nostri vigili urbani va il mio ringraziamento per le operazioni condotte nel migliore dei modi». I due ordigni sono stai fatto brillare intorno alle 11 di ieri mattina dopo un attento lavoro di preparazione. Adesso i lavori per la rotatoria e i successivi interventi per la realizzazione del centro medico potranno proseguire.

Foto-Fonte: http://iltirreno.gelocal.it/pisa/cronaca/2018/08/18/news/dagli-scavi-per-la-rotatoria-spuntano-due-bombe-1.17164773

 È importante ricordare che, in casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità e informare immediatamente le Forze di Polizia

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
image