Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Camporosso, la furia del Nervia fa riemergere 40 bombe della Seconda Guerra Mondiale

Categories: Bonifica perché

Esercito Italiano

SavonaGenovaLa Spezia

Imperia

di Alice Spagnolo

Camporosso. Circa quaranta proiettili d’artiglieria, con ogni probabilità risalenti alla Seconda Guerra Mondiale, sono parzialmente riemersi nel greto del Nervia a seguito della piena del torrente dovuta alle precipitazioni di venerdì scorso. A segnalare la presenza degli ordigni inesplosi, lunghi circa 50 centimetri con diametro di 10 centimetri, è stato un coltivatore. Non è da escludere, visto la quantità di proiettili ritrovati, che quello delle Braie fosse un vero e proprio deposito, fatto riemergere dalla furia delle acque. I carabinieri hanno delimitato l’area e richiesto l’intervento degli artificieri dell’Esercito, (32-esimo Reggimento Genio Gustatori Fossano), che sono attesi nei prossimi giorni.

Foto-Fonte: https://www.riviera24.it/2019/12/camporosso-la-furia-del-nervia-fa-riemergere-40-bombe-della-seconda-guerra-mondiale-612764/

È importante ricordare che, in casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità e informare immediatamente le Forze di Polizia

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
ordigno-bellico-a-vallecrosia-430943.660x368