Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Brindisi: bomba di aereo negli scavi della Multisala

Categories: Bonifica perché

Esercito Italiano

TarantoBariLecceFoggia

Brindisi

Una bomba di aereo è stata trovata nella mattinata di oggi 2 novembre nell’area adiacente ai parcheggi della multisala Andromeda di Brindisi, interessata da lavori di scavo. La  bomba è affiorata, fra lo spavento degli operai, mentre venivano effettuati dei lavori di movimento terra con una pala meccanica, in un cantiere destinato all’ampliamento delle sale cinematografiche. Immediatamente sono state allertate le Forze dell’Ordine. Sul posto si sono recati i poliziotti della Sezione Volanti, i Carabinieri e gli artificieri. Le Forze dell’Ordine presidieranno il sito fino a quando non verrà effettuato l’intervento di rimozione dell’ordigno, previo disinnesco, da parte degli artificieri dell’Esercito, (11° Reggimento Genio Guastatori di Foggia), avvio dell’operazione preliminare e delle valutazioni fissata per il 4 novembre. Dovrebbe trattarsi di una bomba sganciata nel corso della Seconda guerra mondiale. La notte fra il 7 e l’8 novembre del 1941, in particolare, varie ondate di aerei inglesi Wellington decollati da Malta per cinque ore ore bombardarono il porto, ma colpirono anche la città. Fra gli obiettivi della Raf c’era anche la stazione ferroviaria, i cui binari passano proprio dietro al multisala. Da quanto si apprende da Trenitalia, ad ogni modo, al momento non sono previste ripercussioni sulla circolazione dei treni. Il 4 però la linea potrebbe essere chiusa durante l’intervento degli artificieri. Trenitalia ovviamente comunicherà tempestivamente la situazione. Inevitabile, invece, la chiusura del Multisala Andromeda, che potrà riaprire solo dopo la rimozione della bomba.  “Ci scusiamo per il disagio – si legge in una nota della direzione – vi terremo aggiornati quando saranno ripristinate le normali proiezioni e orari di apertura del cinema”. Il 4 novembre, come già detto, avverrà la valutazione preliminare dell’intervento da parte degli artificieri assieme alle autorità locali, quindi non è scontato che la situazione possa risolversi nel corso della stessa giornata, mentre è più probabile che sarà necessario altro tempo.

Foto-Fonte: https://www.brindisireport.it/cronaca/ritrovamento-sospetto-ordigno-bellico-chiusura-multisala-andromeda-brindisi.html

È importante ricordare che, in casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità e informare immediatamente le Forze di Polizia

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Ordigno bellico multisala-2