Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Un residuato bellico per intimidire l’ex Procuratore Di Landro

Categories: Bonifica perché,Editoriali

Non c’è pace per l’ex procuratore generale di Reggio Calabria, Salvatore Di Landro, il quale, come riporta la Gazzetta del Sud, ha ricevuto un altro messaggio inquietante dopo la bomba che devastò la sua casa nel 2010. Un ordigno, lo scorso giovedì, è stato rinvenuto dalle Forze dell’Ordine, che sorvegliano la sua abitazione a Bocale, proprio davanti casa al mare dell’ex magistrato che si trovava con la moglie. Gli artificieri hanno rimosso la bomba ed hanno stabilito che non poteva scoppiare prechè priva di spoletta: quindi è chiaramente un avvertimento diretto a Di Landro. L’ex giudice ha prontamente informato le autorità.

Fonte: http://www.strettoweb.com/2018/07/reggio-calabria-intimidazione-di-landro/731142/

La Gazzetta del Sud, aggiunge che le Unità Speciali della Questura avevano già bonificato l’area, prima dell’arrivo dell’ex Procuratore. Unità Cinofile, Agenti muniti di metal detector, non avevano, trovato nulla. Il cronista continua: in questi giorni non ci sono state mareggiate, perciò il residuato risalente alla seconda guerra mondiale, non può essere stato spiaggiato delle maree.

Foto-Fonte: www.gazzettadelsud.it

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
1532244914659.jpg--un_ordigno_per_di_landro