Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Un ordigno bellico verrà fatto brillare a Longastrino

Categories: Bonifica perché

FerraraRavennaArgentaAlfonsine

di Giada Magnani

Ad un mese e mezzo di distanza dall’ultima volta, l’ 8° Reggimento Genio Guastatori Paracadutisti della Divisione “Folgore”, di stanza a Legnago (Verona) sarà impegnato ancora una volta domani (giovedì 11 ottobre) in territorio argentano. E per la precisione a Longastrino, in un campo di proprietà della “Coop. Agricola Braccianti Giulio Bellini” che ha sede a Filo. Si tratta in sostanza di una cava, sita in via Argine Circondario Pioppa, in un fondo compreso tra le laterali via Ripagrande e Mezzano. Ebbene in questa zona gli artificieri, che hanno ricevuto l’incarico dalla Prefettura di Ferrara, faranno brillare un ordigno bellico, un brutto ricordo insomma del secondo conflitto mondiale, rinvenuto di recente nelle campagne intorno a Portomaggiore. Si tratta di un sito considerato idoneo a questo tipo di operazioni, di stampo praticamente militare, che già nel maggio 2013, ed il 28 agosto scorso, è stato sede di un’operazione occasionale di bonifica di bombe, granate, proiettili ed altri residuati di guerra esplosivi. L’intervento prenderà il via alle 8,30, con lo scavo di una buca-fornello. Al fine di garantire la sicurezza e l’incolumità delle persone, nonché evitare pericoli e danni alle cose, è stato predisposto un apposito piano di sgombero della popolazione, di evacuazione delle abitazioni ed altri locali, nonché l’interdizione della circolazione veicolare e ciclo-pedonale nel raggio di 250 metri. Saranno presenti le forze dell’ordine.

Fonte: https://www.estense.com/?p=726001

È importante ricordare che, in casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità e informare immediatamente le Forze di Polizia.

Foto: Archivio

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
timthumb