Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Un altro ordigno inesploso: stavolta vicino al cimitero di Colle

Categories: Bonifica perché

COLLESALVETTI. Un ordigno bellico inesploso – probabilmente risalente alla seconda guerra mondiale, dunque oltre settant’anni fa – è stato rinvenuto nelle immediate vicinanze del cimitero di Collesalvetti. Ad annunciarne il ritrovamento è stato Dario Bertocchi, trentacinquenne, che appartiene alla cerchia degli appassionati cercatori di residuati bellici mediante metal detector. Il rinvenimento arriva a pochi giorni di distanza da quello analogo di domenica 12 nella zona della tenuta Suese a Stagno. “Avevo un’oretta di tempo – racconta – e mi sono messo a cercare con la mia apparecchiatura. L’ordigno l’ho trovato a dieci metri dal parcheggio, fuori dal perimetro del cimitero ma ad appena 50 metri dalla strada. Insomma, era a una profondità minima nel sottosuolo e temevo che qualcuno potesse farsi del male: penso si tratti di una granata da lanciarazzi americana, a distanza di così tanti anni questi ordigni non hanno perso la loro pericolosità”. Bertocchi racconta che “vado in cerca con metal detector da tanto tempo, ho iniziato che avevo 16 anni e ora ne ho 35”. Adesso è disoccupato, le ricerche col metal detector sono “un modo per distrarsi di fronte alle tante preoccupazioni”.

Foto-Fonte: http://iltirreno.gelocal.it/livorno/cronaca/2017/02/16/news/un-altro-ordigno-inesploso-stavolta-vicino-al-cimitero-di-colle-1.14888378

image

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
image