Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Trovati due ordigni bellici in pochi giorni

Categories: Bonifica perché

Esercito Italiano

Comando Forze Operative Nord di PadovaComando Forze Operative Sud di NapoliComando Truppe Alpine

PiacenzaReggio EmiliaRavennaRiminiFerraraForlì-CesenaModenaParma

BolognaDozza

Di Gabriele Tassi

Resti di schermaglie a colpi di cannone. Esplosivi rimasti intrappolati nella terra dalla Seconda guerra e ancora pericolosissimi. Se ne trovano molti, dalla Vallata alle campagne, proprio come quelli rinvenuti a Dozza e a Sesto Imolese negli ultimi giorni. Nel comune celebre per la Rocca e per il Borgo dipinto a notare l’ordigno bellico è stato un ciclista di passaggio. Mentre transitava in via di Mezzo, vicino al cavalcavia dell’autostrada. Militari del Reggimento Genio Ferrovieri Castel Maggiore (Comando Forze Operative Nord di Padova) al lavoro a Dozza e a Sesto Imolese. Le bombe della seconda guerra sono state rimosse e fatte brillare.

https://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/cronaca/trovati-due-ordigni-bellici-in-pochi-giorni-1.6141609

Valle d’AostaPiemonteLiguriaLombardiaTrentino-Alto AdigeVeneto,

Friuli-Venezia GiuliaEmiliaRomagnaToscanaUmbriaMarcheLazioAbruzzoMolise

CampaniaPugliaBasilicataCalabriaSiciliaSardegna

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
immagini.quotidiano