Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Sub trova granata nelle acque di Campomarino di Maruggio e la porta a Torre Ovo creando allarme bomba

Categories: Bonifica perché

FoggiaBrindisiLecceBari

TarantoMaruggio-Campomarino

Il residuo bellico era stato trovato da un sub originario di Sava, domenica 7 agosto, nelle acque di Campomarino di Maruggio precisamente in località Commenda. L’uomo dopo averlo recuperato a circa tre metri di profondità, lo aveva custodito incautamente all’interno del bagagliaio sua auto. Nel pomeriggio di ieri, 08 agosto, l’incauto sub ha mostrato il suo “trofeo” al giornalista ambientalista Mimmo Carrieri mentre era in spiaggia a Torre Ovo marina di Torricella. L’uomo non si era reso conto del pericolo che aveva nella sua auto e ha chiesto consiglio del da farsi a Carrieri, il quale ha chiamato immediatamente i Carabinieri attraverso il 112, affinché venissero adottati tutti quei provvedimenti necessari al recupero dell’ordigno e mettere in sicurezza la zona. Subito dopo sono giunte sul posto tre pattuglie di Carabinieri: della Stazione di Lizzano, Torricella e della Radiomobile di Manduria i quali, dopo aver delimitato l’area hanno chiesto l’intervento dei Carabinieri artificieri di Taranto, della Polizia Locale di Torricella, e dei Vigili del Fuoco del Distaccamento di Manduria e il 118. Nel frattempo per una questione di sicurezza le Forze di Polizia hanno invitato i bagnanti presenti spiaggia e i tanti curiosi in strada, di allontanarsi dall’area circoscritta. L’ordigno recuperato dai Carabinieri artificieri é stato trasportato nelle campagne della contrada Palermo dove é stato fatto brillare.

Foto-Fonte: https://www.lavocedimaruggio.it/wp/sub-trova-granata-nelle-acque-di-campomarino-di-maruggio-e-la-porta-a-torre-ovo-creando-allarme-bomba.html

È importante ricordare che, in casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità e informare immediatamente le Autorità Portuali e  le Forze di Polizia

Valle d’AostaPiemonteLiguriaLombardiaTrentino-Alto AdigeVeneto,

Friuli-Venezia GiuliaEmiliaRomagnaToscanaUmbriaMarcheLazioAbruzzoMolise

CampaniaPugliaBasilicataCalabriaSiciliaSardegna

Egregi Editori, il portale biografia di una bomba è orientato ad evidenziare i pericoli causati da residuati bellici, ma l’aspetto più importate consiste nel non avere fini di lucro ma solo quello di diffondere la consapevolezza del rischio dei residuati bellici. Chiediamo scusa se preleviamo le foto dei vostri articoli, ma ci servono per contestualizzare le modalità del rinvenimento. Citeremo sempre fonte e autore della foto. Sicuri di una vostra comprensione vi ringraziamo in anticipo.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
carabinieri-arificieri-660x325