Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Spunta una bomba nel cantiere dell’Opa Artificieri in arrivo per rimuovere l’ordigno

Categories: Bonifica perché

Esercito Italiano

Comando Forze Operative Nord di PadovaComando Forze Operative Sud di NapoliComando Truppe alpine

GrossetoSienaArezzoLivornoPistoiaFirenzePratoPisaLucca

Massa Carrara

di Cristina Lorenzi

La ditta Cmsa, Cooperativa muratori sterratori e affini, che ha in appalto il cantiere dell’ospedale pediatrico, nelle operazioni di scavo ha trovato una sorta di bomba del 1944. L’area, vicina alla linea gotica e alla ferrovia, fu teatro di scontri e bombardamenti tedeschi durante la seconda guerra mondiale. Quando i muratori hanno capito che le operazioni avrebbero potuto complicarsi, hanno chiesto l’intervento (V Reparto Infrastrutture dell’Esercito Italiano, Ufficio BCM), della ditta specializzata “Bonifica ordigni bellici” di Firenze che, inviati uomini sul posto, ha esaminato il residuo e inviato nota informativa alla prefettura. Così è stata organizzata la bonifica per venerdì. Transennata l’area e messa in sicurezza, gli artificieri (2° Reggimento Genio Pontieri” di PiacenzaComando Forze Operative Nord di Padova), porteranno via il proiettile d’artiglieria e consentiranno così la rimozione in totale sicurezza della bomba che potrebbe essere pericolosa per chi sta operando nell’ospedale del cuore. “Venerdì – spiega Michele Volpi responsabile commerciale dell’azienda specializzata fiorentina che opera in tutta Italia e conta 16 dipendenti – si procederà. Per il momento abbiamo individuato e scoperto il proiettile d’artiglieria. E’ intervenuto il geometra Daniele Messina, responsabile della direzione dei lavori. Dopo l’esame del residuo abbiamo avvertito gli organi competenti e la prefettura che ha disposto l’intervento. A seconda del genere di ritrovato si decide se procedere facendo brillare o con la rimozione. In questo caso si decide per la rimozione. Abbiamo interdetto l’area e proceduto con le segnalazioni. Poi toccherà agli artificieri. L’operazione durerà mezza mattinata”. La società “Bonifica ordigni bellici” opera nei cantieri di tutta Italia sia con consulenze preventive sia con la certificazione di ordigni. E il lavoro non manca. “Dipende dalle aree: nei cantieri che insistono in zone che furono teatro di bombardamenti il nostro intervento è richiesto prima dell’apertura del cantiere per capire se la zona può creare pericoli. In questo caso siamo vicini alla Linea gotica. Anche per molti cantieri nella zona industriale – prosegue Volpi – abbiamo eseguito numerosi interventi. Dal 2011 esiste la legge che prevede l’obbligatorietà della valutazione del rischio per la nostra consulenza che corrediamo di analisi storiografica è fondamentale”.

Foto-Fonte: https://www.lanazione.it/massa-carrara/cronaca/spunta-una-bomba-nel-cantiere-dell-opa-artificieri-in-arrivo-per-rimuovere-l-ordigno-1.5908967

È importante ricordare che, in casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità e informare immediatamente le Forze di Polizia

Valle d’AostaPiemonteLiguriaLombardiaTrentino-Alto AdigeVeneto,

Friuli-Venezia GiuliaEmiliaRomagnaToscanaUmbriaMarcheLazioAbruzzoMolise

CampaniaPugliaBasilicataCalabriaSiciliaSardegna

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
immagini.quotidiano