Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Sorpresa in Valle Cervo, trovate tre granate di mortaio inesplose

Categories: Bonifica perché

Esercito Italiano

Comando Forze Operative Nord di PadovaComando Forze Operative Sud di NapoliComando Truppe Alpine

AlessandriaTorinoVerbano-Cusio-OssolaBiellaVercelliCuneoAstiNovara

Biella

Circa tre bombe a mano inesplose, risalenti alla Seconda Guerra Mondiale, sono state trovate nei giorni scorsi in Valle Cervo. Si tratta di tre granate di mortaio, di fabbricazione italiana, rinvenute in superficie da un escursionista che ha immediatamente lanciato l’allarme contattando i Carabinieri della locale stazione. Si presume che la zona interessata fosse un avamposto dei partigiani durante l’ultimo conflitto mondiale. Per motivi di sicurezza (ed evitare la presenza di curiosi) non è stata data comunicazione della località, ora delimitata e sotto sorveglianza. Sono attesi, tra oggi e domani, i Carabinieri del Nucleo Artificieri di Torino per la bonifica e messa in sicurezza della zona (32-esimo Reggimento Genio Gustatori FossanoComando Truppe Alpine).

Fonte: https://www.newsbiella.it/2021/04/06/leggi-notizia/argomenti/cronaca-5/articolo/sorpresa-in-valle-cervo-trovate-tre-granate-di-mortaio-inesplose-della-seconda-guerra-mondiale.html

È importante ricordare che, in casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità e informare immediatamente le Forze di Polizia

Valle d’AostaPiemonteLiguriaLombardiaTrentino-Alto AdigeVeneto,

Friuli-Venezia GiuliaEmiliaRomagna, ToscanaUmbriaMarcheLazioAbruzzoMolise

CampaniaPugliaBasilicataCalabriaSiciliaSardegna

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
25c994d1-61ac-4704-b6b0-c8ad3ee02157