Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Somalia, la strage degli studenti

Categories: Editoriali

La Somalia è in lutto. La sua capitale Mogadiscio offesa dallo scoppio di un camion-bomba ieri mattina nel centro, che ha causato la morte di almeno 90 persone e il ferimento di oltre 125. Ma le cifre dell’orrore paiono destinate a salire, dato che molti feriti arrivano agli ospedali in condizioni disperate. Il terrorismo torna a colpire con forza devastante un Paese africano e segna la crescita della presenza dell’estremismo islamico nelle zone sub-sahariane e orientali solo due mesi dopo l’uccisione in Siria per mano di un commando Usa del leader dell’Isis Al Baghdadi. I dettagli ieri sera erano ancora scarni. Ma ciò che emerge è che il veicolo era condotto con ogni probabilità da un kamikaze determinato a uccidere il massimo numero di persone, non importa se studenti, donne, anziani o bambini. Ha scelto l’ora di punta, quando le strade verso il centro sono ingorgate dal traffico, rallentato ulteriormente dai numerosi posti di blocco delle forze di sicurezza locali coadiuvate dai 22 mila militari dell’Unione Africana, presenti nel Paese per contribuire alla sua stabilizzazione in vista delle elezioni a suffragio universale (le prime dal 1969) rinviate più volte dal 2016 e previste per i prossimi mesi.

Fonte: https://www.corriere.it/esteri/19_dicembre_28/mogadiscio-attentato-autobomba-fa-strage-decine-morti-ad73ad16-294c-11ea-a8f0-127c1f8f40cd.shtml

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Corriere-della-Sera-logo