Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Sogam, 27 enne raccoglie un residuato bellico che esplode tra le mani

Categories: Bonifica perché,ultime

03/05/2016 India, Kashmir, Kupwara, Sogam

Reyaz Ahmad Khan, non è un ragazzino, bensì un 27 enne, la fonte non specifica le ragioni per cui si trova lungo il fiume Mawer, forse passeggia, forse è intento a raccogliere altro materiale o è intento semplicemente a pescare, può darsi voglia rientrare a casa con un cesta colma di pesci. Tuttavia Khan, trova un ordigno bellico inesploso, inizia la sua inconsapevole roulette russa che tra qualche minuto potrà decidere del futuro del 27enne. Khan, smuove, rimuove l’ordigno che infine esplode. Il boato richiama, allarma altra persone, che raggiungono il ferito e rendendosi conto di ciò che è accaduto, chiamano i soccorsi. Khan in un primo momento è trasportato presso l’ospedale di Kupwara, successivamente a Srinagar.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Catturaordigni