Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Siria, le mine delle città liberate

Categories: Editoriali

Mentre ad Aleppo, si chiede tregua, un urgente “cessate il fuoco” necessario ad  evitare catastrofi sanitarie e, mentre la tensione tra Stati Uniti e Russia diventa ancora più tesa a causa di una granata che esplode in un ospedale gestito da medici russi a sud di Hasakah città ormai liberata, l’esplosione di una mina uccide tre civili appartenenti allo stesso nucleo famigliare, quattro i feriti gravi e tra questi un ragazzo di 12 anni. I traumatizzati immediatamente soccorsi vengono trasportati presso l’ospedale di Aziziya. La tragedia delle mine nascoste, ostacola il rientro delle famiglie, impedisce il trasporto medicinali, d’acqua e generi alimentari. A Kobane il 50% delle morti civili è causato da ordigni improvvisati e nascosti.

Foto: lepoint.fr

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
6395172lpw-6413882-article-jpg_3947305