Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Salerno, ritrovato ordigno bellico sulla spiaggia di Torrione

Categories: Bonifica perché

Esercito Italiano

Comando Forze Operative Nord di PadovaComando Forze Operative Sud di NapoliComando Truppe Alpine

CasertaNapoliAvellinoBenevento

Salerno

Un ordigno è stato trovato sulla spiaggia di Torrione. Con precisione la bomba, che potrebbe essere un residuato della seconda guerra mondiale, si trova sull’arenile nei pressi del tratto di lungomare rimodernato, dopo l’ex ostello della Gioventù. Sul posto la Polizia ha provveduto a delimitare l’area. Lungomare inaccessibile fino limite della scuola Matteo Mari. Le operazioni sono coordinate dalla Prefettura. Quando arriveranno, gli artificieri (21° Reggimento Genio Guastatori di CasertaComando Forze Operative Sud di Napoli) decideranno se far brillare la bomba sul posto o se trasportarla in un luogo più adatto. Al momento tutti gli scenari, anche sotto l’aspetto dell’Ordine pubblico, sono ipotizzabili. L’ordigno potrebbe essere ‘riemerso’ a seguito delle ultime violente mareggiate.

Fonte: https://www.anteprima24.it/salerno/salerno-ordigno-bellico-spiaggia-torriione/

Poco fa alcuni passanti hanno avvistato un ordigno bellico sepolto nella sabbia della spiaggia di Torrione, dinanzi all’ex Ostello della Gioventù. Allertate subito le forze dell’ordine, è intervenuta prontamente la polizia a tranquillizzare gli animi rivelando ai cittadini che non si tratta di una bomba, ma di una bombola del gas piccolina per imbarcazioni. Fortunatamente tutto è andato per il meglio.

Bombola-1-734x490

Foto-Fonte: https://www.asalerno.it/bombola-del-gas-scambiata-per-ordigno-bellico-sulla-spiaggia-di-torrione-foto-e-video/

È importante ricordare che, in casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità e informare immediatamente le Autorità Portuali  e di Polizia

Valle d’AostaPiemonteLiguriaLombardiaTrentino-Alto AdigeVeneto,

Friuli-Venezia GiuliaEmiliaRomagnaToscanaUmbriaMarcheLazioAbruzzoMolise

CampaniaPugliaBasilicataCalabriaSiciliaSardegna

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
ordigno-bellico