Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Rivenuta una bomba inesplosa, artificieri nel cantiere del filobus

Categories: Bonifica perché

Esercito Italiano

Comando Forze Operative Nord di PadovaComando Forze Operative Sud di NapoliComando Truppe Alpine

TrevisoVeneziaVicenzaRovigoBellunoPadova

Verona

Un ordigno bellico inesploso è stato trovato durante la chiusura del cantiere del filobus in via città di Nimes. Una nota del comune di Verona spiega che la bomba, di circa 250 libbre, sarebbe risalente alla seconda Guerra Mondiale. Sul posto sono intervenuti gli artificieri della Polizia: l’ordigno è stato messo in sicurezza e l’area interdetta e vigilata. La bomba è stata interrata con la protezione di casseri, lo scavo è stato ricoperto e delimitato da una doppia recinzione, la prima alta un metro e la seconda di due metri. All’esterno posizionati cartelli con il divieto di accesso e di pericolo. Ora saranno gli artificieri dell’Esercito, (8° Reggimento Genio Guastatori Paracadutisti “Folgore” di LegnagoComando Forze Operative Nord di Padova), attivati dalla Prefettura, ad effettuare tutte le verifiche per determinare lo stato di conservazione della bomba. Dopodiché si stabiliranno tempi e modalità per la rimozione e il brillamento dell’ordigno.

Foto-Fonte: https://www.larena.it/territori/citt%C3%A0/bomba-filobus-verona-1.8467252

È importante ricordare che, in casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità e informare immediatamente le Forze di Polizia

Valle d’AostaPiemonteLiguriaLombardiaTrentino-Alto AdigeVeneto,

Friuli-Venezia GiuliaEmiliaRomagnaToscanaUmbriaMarcheLazioAbruzzoMolise

CampaniaPugliaBasilicataCalabriaSiciliaSardegna

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
image