Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Ordigno bellico nelle acque di Vernazza, la risolve il Comsubin

Categories: Bonifica perché

Marina Militare

SavonaGenovaImperia

La Spezia

Cinque Terre – Val di Vara – E’ stato fatto brillare nel pomeriggio di oggi 20 giugno, intorno alle 16.00, l’ordigno bellico rinvenuto ieri – all’interno dell’area marina protetta delle “Cinque Terre” – a circa 200 metri dalla costa, più precisamente nello specchio acqueo antistante il porticciolo di Vernazza su un fondale di circa 20 mt., correttamente segnalato alla Guardia Costiera della Spezia da una ditta specializzata in immersioni subacquee. Sotto il coordinamento della Prefettura della Spezia, immediatamente informata dai militari della Capitaneria di Porto ai sensi dei protocolli operativi in vigore è intervenuto stamani il personale specializzato del gruppo operativo subacquei (GOS) del Comando Subacquei ed Incursori della Marina Militare, Nucleo S.D.A.I. di La Spezia. La Capitaneria di Porto, ha nel frattempo emanato un Avviso ai Naviganti ed un’ordinanza di Polizia Marittima e di interdizione alla navigazione negli specchi acquei interessati dalle operazioni di messa in sicurezza, brillamento e successiva bonifica. Una volta raggiunta la distanza di sicurezza dalla costa di 4 miglia, su un punto con fondale superiore ai 50 metri, i palombari della Marina Militare hanno fatto brillare il residuato bellico, mentre le due motovedette della Guardia Costiera spezzina ed una della Guardia di Finanza garantivano la necessaria cornice di sicurezza, sotto il controllo della sala operativa e del V.T.S. (vessel traffic service) del Comando di Largo Fiorillo, che ha monitorato e mantenuto il contatto con le unità in transito. La situazione si è quindi positivamente risolta in tempi molto rapidi e grazie alla professionalità di tutti gli operatori intervenuti non è stato recato alcun disagio ai naviganti ed agli operatori marittimi e portuali.

Foto-Fonte: http://www.cittadellaspezia.com/Cinque-Terre-Val-di-Vara/Cronaca/Ordigno-bellico-nelle-acque-di-Vernazza-la-risolve-il-Comsubin-288855.aspx

È importante ricordare che, in casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità e informare immediatamente le Autorità Portuali 

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
mdwx1v3v