Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Nel giardino spunta una bomba

Categories: Bonifica perché

di Roberto Oligeri

Massa, 26 gennaio 2017 – E’ stato il proprietario del terreno a fare la sconcertante scoperta mentre effettuava alcuni lavori agricoli sul suo fondo. L’attenzione dell’uomo infatti era stata attirata da uno strano oggetto all’apparenza metallico, affiorato improvvisamente durante alcuni lavori di dissodamento della terra: una sagoma, quella dell’oggetto misterioso, dopo una osservazione più accurata, dall’aspetto inconfondibilmente sinistro tipico dei reperti bellici che via via vengono trovati nelle località a suo tempo attraversate dalla Linea Gotica. Si tratta infatti di una bomba lanciata da un aereo durante il secondo conflitto mondiale, quella trovata nella giornata di ieri in via Gignola di Fosdinovo, località la cui arteria ha inizio a non molta distanza dal celebre Castello Malaspina, dove insistono numerosi pianori utilizzati per produzioni agricole. Un punto di “incrocio” fra la strada che conduce alla frazione di Giucano e successivamente a Sarzana e quella che va in direzione di Carrara. Comprensibile lo stato d’animo del proprietario del fondo quando ha realizzato di cosa si trattava: l’ordigno infatti, nonostante le incrostazioni di ruggine dovute al prolungato periodo trascorso sotto la terra, si presentava ancora nella sua totale pericolosità dopo oltre 70 anni dal momento in cui era stata lanciata. E’ rimasto lì invisibile all’occhio umano per tutti questi anni, ma sempre potenzialmente pericoloso. Il proprietario del campo il momento di sbigottimento non ha perso tempo nell’allertare telefonicamente i carabinieri della stazione di Fosdinovo: da decidere ora il destino dell’ordigno, con ogni probabilità verrà fatto brillare in un luogo sicuro. Sempre nella stessa zona tre mesi fa un’altra bomba risalente all’ultimo conflitto bellico, era stato rinvenuta nella frazione di Marciaso dal proprietario di una villetta: anche in quella occasione munito di vanga e zappa, stava sistemandovi un poggio che era franato. Allertato dal rumore metallico prodotto dai suoi strumenti s’era fortunatamente fermato nello scavo scoprendo in tempo una bomba a mano americana di tipo ananas ancora inesplosa . Erano intervenuti i carabinieri di Fosdinovo e di lì a poco i militari del Genio artificieri che avevano fatto poi brillare l’ordigno in una cava in Lunigiana.

Foto-Fonte: http://www.lanazione.it/massa-carrara/cronaca/nel-giardino-spunta-una-bomba-1.2846796

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
immagini.quotidiano