Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Nagorno-Karabakh, la tregua non regge. Bombe armene su Ganja: almeno 5 morti

Categories: Editoriali

Azerbaijan–Armenia

Le forze armene hanno attaccato la notte scorsa con colpi di artiglieria la città di Ganja, la seconda città più grande dell’Azerbaijan, lo ha reso noto questa mattina in un comunicato il ministero degli Esteri di Baku su Twitter, confermando una volta di più che la tregua umanitaria entrata in vigore ieri, è fragile. L’ accordo tra Armenia e Azerbaijan per il cessate il fuoco nell’area contesa del Nagorno-Karabakh, era iniziato ufficialmente a mezzogiorno di ieri grazie alla mediazione della Russia. Il ministero degli Esteri di Baku ha precisato che è stata presa di mira una “area residenziale” della città a una sessantina di chilometri dal fronte e che sono rimaste ferite anche 33 persone, inclusi bambini. L’ufficio del procuratore generale azero ha affermato che cinque persone sono decedute nell’attacco che “ha violato le norme della Convenzione di Ginevra sulla protezione dei civili”. Il ministero della Difesa dei separatisti armeni del Nagorno Karabakh ha negato di aver bombardato Gandja: “è una bugia assoluta” e sostiene di aver rispettato la tregua. L’Afp riporta che un condominio è stato colpito e soccorritori con elmetti rossi hanno frugato a mani nude tra le macerie di un edificio per estrarre i corpi dalle macerie. Nove appartamenti sono stati distrutti. “Ieri l’abbiamo visto tutti, non c’era il cessate il fuoco. Sembra che da questa mattina sia più calmo, ma le cose possono cambiare molto rapidamente”, ha dichiarato il presidente Araïk Haroutiounian. separatista, nel corso di una conferenza stampa, riferendo tuttavia “alcuni scambi di colpi di mortaio“.

Fonte: https://www.repubblica.it/esteri/2020/10/11/news/nagorno_l_armenia_bombarda_ganja_7_morti-270186132/

Fotolarepubliquedespyrenees.fr

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
des-habitantes-de-gandja