Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Montichiari non è più in ostaggio della bomba

Categories: Bonifica perché

Brescia

L’ordigno bellico riaffiorato durante l’alluvione di due settimane fa non fa più paura. Poco prima di mezzogiorno di ieri la granata è stata fatta brillare. L’operazione è durata un paio di ore. La Polizia locale di Montichiari ha delimitato per circa 400 metri l’area attorno al residuato della Seconda guerra mondiale, poi sono giunti sul posto i militari del Decimo Reggimento Guastatori di Cremona che hanno trasferito la bomba in un campo non troppo distante da via Rampina San Giorgio dove è avvenuta l’esplosione in sicurezza. Ultimato l’intervento la famiglia fatta evacuare a titolo precauzionale ha potuto tornare nell’abitazione che si trova nei paraggi del luogo in cui è stata rinvenuta la bomba. La messa in sicurezza si è rivelata particolarmente delicata, considerando che la spoletta, il congegno destinato ad attivare l’accensione della carica, era danneggiata. (…)

Leggi l’articolo integrale sul giornale in edicola

V.MOR.

Foto-Fonte: http://www.bresciaoggi.it/territori/bassa/montichiari-non-%C3%A8-pi%C3%B9-in-ostaggio-della-bomba-1.6915509

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
image