Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Messina, ordigni bellici nelle acque di Galati Marina

Categories: Bonifica perché

di Serena Guzzone

La Capitaneria di Porto di Messina rende noto che in data odierna il Capo Nucleo SDAI di Augusta ha confermato la presenza degli ordigni bellici nello specchio acqueo antistante Galati Marina, nel Comune di Messina, e che gli stessi saranno fatti brillare: “Vista– si legge nell’ordinanza- la necessità di prevenire possibili incidenti a persone e/o cose a tutela della pubblica incolomunità e garantire la sicurezza della navigazione, domani, nella fascia oraria tra le 09:00 e le ore 11:00, si svolgeranno le operazioni di brillamento degli ordigni bellici a circa 1.5 miglia a largo del punto di ritrovamento, precisamente nel punto di coordinate 38° 06′ 22” N- 015° 32′ 32” . Vietata– prosegue – con effetto immediato e per un raggio di 300 m dal punto di brillamento la balneazione, la navigazione e la sosta dei natanti, nonché la pesca e ogni attività subacquea e diportistica in genere. Tutte le unità di transito in prossimità dei limiti esterni all’area di interdizione, devono procedere prestando particolare attenzione e con l’adozione di eventuali misure aggiuntive suggerite dalle regole di comune prudenza, al fine di prevenire situazioni di potenziale pericolo. Non sono soggette al divieto le unità della Guardia Costiera e delle Forze di Polizia, nonché le unità militare in genere in ragione del loro ufficio”.

Foto-Fonte: http://www.strettoweb.com/2018/05/ordigni-bellici-galati-marina-messina/708981/

È importante ricordare che, in casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità e informare immediatamente le Autorità Portuali

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
timthumb