Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Melfi, intervento militari Compagnia Genio 21° Reggimento Genio Guastatori di Castrovillari

Categories: Bonifica perché

Esercito Italiano

Comando Forze Operative Nord di PadovaComando Forze Operative Sud di NapoliComando Truppe Alpine

Matera

PotenzaMelfi

Ancora un rinvenimento di un ordigno inesploso dell’ultimo conflitto, retaggio di un passato oscuro. A Melfi durante normali scavi per condotte idriche, una macchina operatrice accidentalmente ha portato alla luce una munizione inesplosa, e un successivo controllo visivo, ha confermato la presenza di ulteriori parti inesplose. La Prefettura ha attivato le procedure di sicurezza e richiesto l’intervento dei militari della Compagnia Genio del 21° Reggimento Genio Guastatori, di Castrovillari (21° Reggimento Genio Guastatori di CasertaComando Forze Operative Sud di Napoli), che hanno identificato l’ordigno in una granata d’artiglieria italiana da 149mm, contenente oltre 5 kg di tritolo, lanciata e pesantemente danneggiata della macchina operatrice. Gli artificieri della Caserma “Manes”, con il supporto sanitario della Croce Rossa, oggi hanno effettuano rapidamente le procedure di brillamento e riportato la zona in sicurezza. L’Esercito Italiano opera costantemente, con gli Artificieri, nella bonifica dei residuati bellici inesplosi, per portare sicurezza in supporto al territorio nazionale ed alla popolazione.

Foto-Fonte: https://www.sassilive.it/cronaca/giudiziaria/ordigno-inesploso-2-guerra-mondiale-ritrovato-durante-scavi-a-melfi-intervento-militari-compagnia-genio-21-reggimento-genio-guastatori-di-castrovillari/

È importante ricordare che, in casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità e informare immediatamente le Forze di Polizia

Valle d’AostaPiemonteLiguriaLombardiaTrentino-Alto AdigeVeneto,

Friuli-Venezia GiuliaEmiliaRomagnaToscanaUmbriaMarcheLazioAbruzzoMolise

CampaniaPugliaBasilicataCalabriaSiciliaSardegna

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
ordigno-6