Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Marotta, ordigno bellico pescato dai marinai e rigettato in mare

Categories: Bonifica perché

Fano (Pesaro e Urbino) 10 aprile 2018 – Ritrovata un’altra bomba nel fanese. E’ finito nella rete di alcuni pescatori di un barca di Senigallia un ordigno bellico di forma cilindrica, lungo circa 120 centimetri e largo circa 75. Lo hanno immediatamente rigettato in mare. Ora si trova appoggiato sul fondale a 18 metri di profondità ed una distanza di 4,8 miglia dalla costa di Marotta. Per questo la Capitaneria di Porto di Fano ha emesso un avviso ai naviganti per segnalare la presenza di una zona interdetta. Poi è arrivata l’ordinanza di divieto di balneazione, attività subacquea, pesca, transito, sosta e ancoraggio delle unità navali e da pesca (e qualsiasi altra attività connessa agli usi pubblici del mare) nello specchio acqueo circostante la Latitudine 43° 50,233’N e la Longitudine 013° 12,500’ E, per un raggio di 500 metri.

Foto-Fonte: https://www.ilrestodelcarlino.it/fano/cronaca/ordigno-bellico-1.3840252

È importante ricordare che, in casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità e informare immediatamente le Autorità Portuali.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
immagini.quotidiano