Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Marina militare: rimosso ordigno bellico nei pressi di Catania

Categories: Bonifica perché

Marina Militare

PalermoSiracusaCaltanissettaAgrigentoMessinaTrapani-Enna-Ragusa

Catania

25 mag. (askanews) – Questa mattina i palombari del Gruppo operativo subacquei (Gos) del Comando Subacquei ed Incursori della Marina Militare (Comsubin), distaccati presso il Comando delle Forze di Contromisure Mine (Maricodrag) e presso il Nucleo Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi (Sdai) di Augusta, hanno condotto una delicata operazione subacquea per la neutralizzazione di una mina da fondo avio lanciata, di produzione americana, della seconda guerra mondiale. L’ordigno è stato rinvenuto dal cacciamine Termoli, impegnato nell’esercitazione di contromisure mine Ita Minex 2019, in una zona quattro miglia a sud est del porto di Catania. La bonifica è stata richiesta dalla locale Prefettura a seguito della segnalazione del Maricodrag. Dopo un’attenta ricognizione, gli artificieri subacquei della Marina hanno confermato la presenza della mina risalente al secondo conflitto mondiale. Alle 9 sono iniziate le operazioni di rimozione dal fondo dell’ordigno che, con tutte le cautele del caso, è stato imbragato e rimorchiato in una zona di sicurezza individuata dall’Autorità Marittima, circa 5 miglia dalla costa, dove, attraverso le consolidate procedure tese a preservare l’ecosistema marino, è stato distrutto.

È importante ricordare che, in casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità e informare immediatamente le Autorità Portuali 

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Roma, 25 mag. (askanews) - Questa mattina i palombari del Gruppo operativo subacquei (Gos) del Comando Subacquei ed Incursori della Marina Militare (Comsubin), distaccati presso il Comando delle Forze di Contromisure Mine (Maricodrag) e presso il Nucleo Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi (Sdai) di Augusta, hanno condotto una delicata operazione subacquea per la neutralizzazione di una mina da fondo avio lanciata, di produzione americana, della seconda guerra mondiale. L’ordigno è stato rinvenuto dal cacciamine Termoli, impegnato nell’esercitazione di contromisure mine Ita Minex 2019, in una zona quattro miglia a sud est del porto di Catania. 

La bonifica è stata richiesta dalla locale Prefettura a seguito della segnalazione del Maricodrag. Dopo un’attenta ricognizione, gli artificieri subacquei della Marina hanno confermato la presenza della mina risalente al secondo conflitto mondiale.

Alle 9 sono iniziate le operazioni di rimozione dal fondo dell’ordigno che, con tutte le cautele del caso, è stato imbragato e rimorchiato in una zona di sicurezza individuata dall’Autorità Marittima, circa 5 miglia dalla costa, dove, attraverso le consolidate procedure tese a preservare l’ecosistema marino, è stato distrutto.