Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

L’ordigno risalente al 2^ conflitto mondiale è stato rimosso in alta montagna dagli artificieri del 32° Reggimento Genio Guastatori

Categories: Bonifica perché

Gli artificieri dell’Esercito hanno neutralizzato un residuato bellico rinvenuto nel comune di Frabosa Sottana (CN).L’ordigno, una granata di artiglieria da 100 mm della 2ª Guerra Mondiale rinvenuta sulle piste da sci del comprensorio di Artesina, è stato fatto brillare direttamente sul posto dagli operatori del 32° Reggimento Genio Guastatori della “Taurinense” . La bonifica, concordata con le Autorità locali, non ha comportato particolari disagi alla popolazione. Dall’1 gennaio 2016, gli specialisti del 32° genio hanno già operato 52 volte nell’area di competenza, corrispondente al Piemonte, alla Liguria e alla Valle d’Aosta, intervenendo per mettere in sicurezza 457 ordigni. Di questi, 9 interventi, per un totale di 31 residuati, sono stati fatti brillare nella sola provincia di Cuneo. Il 32° Reggimento Genio Guastatori interviene in attività a supporto della popolazione in caso di calamità naturali ed è una delle unità dall’Arma del genio che hanno l’incarico di bonificare il territorio nazionale dai numerosi residuati bellici ancora esistenti e pericolosi. Si tratta di un’attività particolarmente delicata pianificata dal Comando Forze di Difesa Interregionale Nord di Padova, di concerto con le competenti prefetture.​

Fonte: http://www.esercito.difesa.it/comunicazione/Pagine/Artificieri-del-32-guastatori-neutralizzano-un-residuato-bellico-noicisiamosempre-160601.aspx

Foto: Archivio

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
ccfc8b615c3f15e1b76f8d734216ce48