Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Lignano, ordigno bellico sulla spiaggia, in arrivo gli artificieri

Categories: Bonifica perché

Esercito Italiano

GoriziaTriestePordenone

Udine-Lignano

Un nuovo ordigno bellico è stato ritrovato ieri sera sull’arenile di Lignano e precisamente a Riviera, sulla spiaggia che affaccia sulle foci del fiume Tagliamento. A trovarlo un turista italiano che stava passeggiando in spiaggia e ha allertato i bagnini che hanno subito contattato la Capitaneria di Porto. Si tratta di un pezzo di artiglieria della seconda guerra mondiale. Grande circa 50 cm, risulta inesploso ed è identico a quello ritrovato a fine giugno non lontano da quest’ultimo ritrovamento (vedi foto). Gli uomini della Capitaneria di Porto del centro balneare insieme ai Carabinieri stanno sorvegliando la bomba da ieri sera fino all’arrivo degli artificieri del 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine attesi entro la mattinata e che provvederanno a portarla in un luogo sicuro. L’area per precauzione è stata transennata ed è sorvegliata. Dall’ inizio dell’anno è il nono ordigno bellico trovato sull’arenile lignanese in cinque distinti episodi. L’ultimo una settimana fa quando una bimba di due anni, scavando una buca sulla sabbia, ha ritrovato i resti di una bomba a mano della prima guerra mondiale, fortunatamente ormai senza esplosivo e non pericolosa. La Capitaneria di Porto rinnova la raccomandazione, in caso di simili ritrovamenti, di non maneggiare gli ordigni e di avvisare subito le Forze dell’Ordine.

Fonte: https://www.rainews.it/tgr/fvg/articoli/2019/07/fvg-ritrovamento-ordigno-bellico-lignano-riviera-866c2cf6-71ba-4468-93e0-76cb14afda78.html

È importante ricordare che, in casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità e informare immediatamente le Forze di Polizia e Autorità Portuali 

Foto: telefriuli.it

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
DSC_0249_Thumb_HighlightCenter196706