Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

La vita è bella anche a Palmira

Categories: Editoriali

La vita è bella! lo so ed è bello giocare con fratellini o amici. La vita è bella, nonostante le bombe anche da noi a Palmira. La Vita è bella, ripete mio padre: << è stato un film rivolto ad una guerra mondiale>>. in realtà non ho mai compreso il concetto di guerra mondiale, personalmente conosco la guerra che qui dai noi uccide ogni giorno, ogni ora. È bello giocare, certo lo facciamo con giocattoli di fantasia, ma in fin dei conti ci divertiamo ugualmente. Ieri, per esempio, con Abir e Suheila abbiamo giocato con alcuni bellissimi mattoni di una casa distrutta da una bomba. Oggi ho incontrato Abam, ha raccontato che Abir è stata uccisa, non potrà più giocare né con mattoni né con altro. In questi mesi ho perso tanti amici, ormai siamo rimasti in pochi, ma oltre ad aiutare i genitori nei bisogni famigliari dobbiamo anche tentare di nascondere le nostre ansie, inventandoci qualche svago. È vero la vita è bella, ma da noi il terrore è il vero padrone di casa. La nonna suggerisce sempre d’inspirare lentamente, d’assaporare attraverso la respirazione i profumi della nostra terra, gli odori della nostra gente, le particelle della nostra storia. La vita è bella, ma qui da noi ogni respiro potrebbe essere l’ultimo.

g.l.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
1508071_10205761291303803_7326688354066930961_n