Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

In Val Pesarina spunta un arsenale

Categories: Bonifica perché

Candelotti di tritolo e micce per attivarli, oltre a 300 proiettili di diverso calibro. E poi baionette, speciali bombe a mano e altro materiale bellico, tra cui fucili con il loro munizionamento, tutto risalente alla Seconda Guerra Mondiale. È quello che ha trovato un cittadino di Prato Carnico lavorando in montagna alla ristrutturazione del suo stavolo, in una zona molto isolata e difficile da raggiungere della Val Pesarina. Il ritrovamento dell’esplosivo e delle armi risale a qualche giorno fa. Si tratterebbe di materiale in perfetto stato di conservazione, che sarà poi reso inoffensivo dagli artificieri del Genio Militare di Udine.  Il tritolo, di fabbricazione italiana e americana, bombe a mano speciali e capsule per le micce, erano contenute all’interno di una cassetta metallica che riportava la scritta Usa. Incredulo il carnico che ha rinvenuto l’armamento. L’uomo non ha toccato nulla e ha subito chiamato i Carabinieri per segnalare la singolare scoperta. Tutto è stato messo in sicurezza e isolato, in attesa dell’intervento degli artificieri. Di che armi si tratta? E perché i candelotti di tritolo? Vien da pensare a un deposito nascosto di Gladio. Anche perché Prato Carnico è noto per la presenza in paese, per diversi anni, di uno dei membri dell’organizzazione di Stay Behind, uno dei segretari comunali del passato recente. Per il sindaco Verio Solari si tratterebbe, invece, di armi mai consegnate nel secondo dopoguerra. Il primo cittadino fa notare, infatti, come diversi siano i racconti di paese su persone che hanno nascosto armi e munizioni, nel 1945, per timore dello scoppio di un terzo conflitto mondiale di lì a poco.

Foto-Fonte: http://www.ilfriuli.it/articolo/Cronaca/In_Val_Pesarina_spunta_un_arsenale/2/185523

È importante ricordare che, in casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità e informare immediatamente le Forze di Polizia.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
genioguastatoriudarc.Thumb_HighlightCenter185523