Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Immersione al largo di Brindisi: sub scoprono un presunto ordigno

Categories: Bonifica perché

Marina Militare

BariLecceFoggiaTaranto

Brindisi

La forma e le dimensioni fanno pensare a una bomba. Ha tutte le caratteristiche di un ordigno bellico un oggetto metallico trovato nel pomeriggio di oggi sui fondali di Brindisi. La scoperta è stata fatta dai sub Monia Mondatore e Gianluca Pica, a circa 2,5 miglia al largo della costa nord. Qui, a una profondità di 23-26 metri, giace un reperto lungo circa un metro. I sommozzatori hanno fotografato la presunta bomba e una volta riemersi si sono recati presso la sede della Capitaneria di porto di Brindisi, per mostrare le istantanee. Nei prossimi giorni verrà effettuato un sopralluogo con sub esperti (SDAI Taranto), per fugare ogni dubbio. I fondali brindisini, del resto, sono disseminati di bombe sganciate durante la seconda guerra mondiale. L’ultima scoperta di questo tipo è stata fatta lo scorso settembre al largo di Apani.

Foto-Fonte: https://www.brindisireport.it/cronaca/sub-scoprono-presunto-ordigno-bellico-fondali-brindisi.html

È importante ricordare che, in casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità e informare immediatamente le Autorità Portuali e di Forze di Polizia

Valle d’AostaPiemonteLiguriaLombardiaTrentino-Alto AdigeVeneto,

Friuli-Venezia GiuliaEmiliaRomagnaToscanaUmbriaMarcheLazioAbruzzoMolise

CampaniaPugliaBasilicataCalabriaSiciliaSardegna

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Presunto ordigno fondale-3