Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Gli artificieri del 4° Reggimento Genio della Brigata “Aosta” hanno messo in sicurezza la zona e disinnescato un proietto d’artiglieria

Categories: Bonifica perché

Esercito Italiano

Comando Forze Operative Nord di PadovaComando Forze Operative Sud di NapoliComando Truppe Alpine

MessinaSiracusaCaltanissettaTrapaniPalermoCataniaAgrigentoRagusa

EnnaPiazza Armerina

Artificieri dell’Esercito sono intervenuti a Piazza Armerina, in provincia di Enna, con squadre EOD (Explosive ordnance disposal) per disinnescare un ordigno bellico rinvenuto nella centralissima via Edmondo Conti. Il proietto d’artiglieria da 47/32 millimetri di fabbricazione italiana della Seconda Guerra Mondiale, rinvenuto completo e in pessimo stato di conservazione dagli abitanti del luogo, è stato rimosso dagli artificieri del 4° Reggimento Genio della Brigata “Aosta” e fatto brillare in un luogo idoneo in contrada Santa Caterina, nel territorio piazzese. Dall’inizio di quest’anno, i guastatori del 4° Reggimento, unità operativa del Genio, alle dipendenze della Brigata meccanizzata “Aosta” di Messina, (Comando Forze Operative Sud di Napoli) hanno effettuato 42 interventi di bonifica su tutto il territorio della Regione siciliana, distruggendo 155 ordigni bellici. In Italia il personale dell’Esercito Italiano è abilitato a intervenire su qualsiasi residuato bellico e per tale compito è necessario possedere un addestramento e una formazione specifica al fine di operare in sicurezza vista la numerosa varietà e pericolosità degli ordigni, che vengono spesso rinvenuti in un pessimo stato di conservazione.

Foto-Fonte: http://www.esercito.difesa.it/comunicazione/Pagine/Enna-distrutto-un-ordigno-della-Seconda-guerra-mondiale-210811.aspx

Valle d’AostaPiemonteLiguriaLombardiaTrentino-Alto AdigeVeneto,

Friuli-Venezia GiuliaEmiliaRomagnaToscanaUmbriaMarcheLazioAbruzzoMolise

CampaniaPugliaBasilicataCalabriaSiciliaSardegna

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
artificiere