Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Genitori, bombe e figli

Categories: Editoriali

Accade in periferia, Comune di Windhausen, due ragazzini, il primo di 10 il secondo di 12 anni compiono una specie di caccia al tesoro per mezzo di un  metal detector, strumento quest’ultimo che permette di rinvenire, gavette, utensili, vecchie lamette da barba, elmetti della seconda e prima guerra mondiale. Tuttavia sempre il metal detector è lo strumento idoneo a rinvenire ordigni bellici e un genitore, abitasse anche al polo nord, mai farebbe correre tali rischi ai propri figli.  Ma Windhausen, non è Polo Nord, Windhausen, non è una fantastica cittadina del mago di OZ, Windhausen è Germania, Sassonia, ed il rischio di rinvenire un residuato bellico è piuttosto alto. Ma nonostante le tremende guerre del secolo trascorso i genitori dei due adolescenti regalano il cercametalli ai piccoli. Certo forse il tutto potrebbe essere accaduto all’insaputa dei genitori, ma in questo caso, i ragazzini dovrebbero trovarsi distanti da casa e con uno strumento prestato da altro adulto. In ogni caso i ragazzi trovano un ordigno esplodente risalente alla seconda guerra mondiale e di fabbricazione tedesca. Naturalmente a dire della fonte i due ragazzi sarebbero stati redarguiti dai genieri di Mutual e dalla Polizia di Osterode. Stesso giorno stessa vicenda accade nel Regno Unito in Galles e precisamente a Mumbles, unica differenza che in questo caso gli adolescenti sono tre. La fonte spiega che i tre ragazzi avrebbero trovato nel bosco la granata risalente alla seconda guerra mondiale. La foto al contrario evidenzia i tre ragazzini accovacciati alla spalle  dell’involucro di una granata d’artiglieria da poco tempo dissotterrata, scavata. Infatti la parte posteriore della bomba è ricoperta da uno strato di terreno vegetale. Fosse stata trovata a vista l’aspetto della bomba avrebbe tutt’altro colore. E tutto questo mentre in Polonia a Nowy Sącz un 54enne muore dilaniato da un residuato bellico targato ww2. Contemporaneamente a questi eventi, in ogni zona del mondo si tengono conferenze, dibattiti e incontri con i ragazzi per illustrare loro i pericoli prodotti dai residuati bellici delle guerre trascorse. è difficile essere genitore, ma impedire ai propri figli di avere a che fare con ordigni di qualsiasi natura e tipo dovrebbe essere il minimo sindacale della coscienza di un signore che si fa chiamare Papà.

Giovanni Lafirenze

Foto: southwales-eveningpost.co.uk

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
13847965-large