Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Ferrara, rimozione ordigno bellico

Categories: Bonifica perché

Esercito Italiano

Comando Forze Operative Nord di PadovaComando Forze Operative Sud di NapoliComando Truppe alpine

RiminiModenaBolognaForlì-CesenaReggio EmiliaRavennaParmaPiacenza

FerraraComacchio

Lucia Felletti, Comune di Comacchio

OPERAZIONI DI BONIFICA ORDIGNO BELLICO IN LOCALITA’ LIDO

SCACCHI VIA ACCIAIOLI TERRENO AGRICOLO ZONA FURBINO – INTERDIZIONE AL

TRANSITO DALLE ORE 10 DEL 21/12/2020

 

IL SINDACO

 

PREMESSO:

– che con nota della Prefettura di Ferrara nr. 17218 del 20/10/2020

acquisita al Prot. Gen. 58262 è stato comunicato il rinvenimento

da parte della Stazione Carabinieri di Porto Garibaldi, in località Lido degli Scacchi Via Acciaioli porzione di terreno agricolo

zona Furbino, di un ordigno bellico presumibilmente della II guerra Mondiale del tipologia denominata proiettile da mortaio delle

dimensioni di circa 35 cm ed il diametro di circa 10 cm;

– che con Ordinanza Sindacale n. 35/2020 del 20/10/2020, è già stata

interdetta l’area interessata dal rinvenimento in attesa della

fissazione della data per la bonifica dell’area;

– che la Prefettura di Ferrara – Area V^ con nota prot. n.

0086374/2020 del 16/12/2020, ha concesso nulla osta alla bonifica

occasionale del suddetto residuo bellico;

– che il personale del 8° Reggimento Genio Guastatori Paracadutisti

“FOLGORE”, (Comando Forze Operative Nord di Padova) incaricato della bonifica, ha richiesto l’interdizione di chiunque non direttamente coinvolto nelle operazioni, dall’area interessata attraverso l’istituzione di una cornice di sicurezza assicurata dalle Forze dell’Ordine;

 

CONSIDERATO:

– che le operazioni di bonifica dell’ordigno bellico sono state

programmate per il giorno 21/12/2020 a partire dalle ore 10:00;

 

RITENUTO:

– necessario ed urgente, a tutela dell’incolumità pubblica delle

persone di interdire l’accesso all’area interessata dalle

operazioni ad una idonea distanza dal punto di rinvenimento,

secondo le indicazioni che saranno fornite sul luogo dal personale

incaricato della bonifica, dalle ore 10:00 del giorno 21/12/2020 e

fino alla fine delle operazioni;

 

VISTO

– l’art. 133, comma 1, lett.q), del decreto legislativo n. 104 del

2010;

– l’art. 54 del decreto legislativo n. 267/2000;

 

RITENUTO:

– quindi di dover adottare idonee e straordinarie misure volte a

tutelare l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana;

 

VISTO l’articolo 54 T.U. delle leggi sull’ordinamento degli EntiLocali

approvato con Decreto legislativo n.267 del 18.08.2000;

 

ORDINA

 dalle ore 10:00 del giorno 21/12/2020 fino al termine delle

operazione di bonifica dell’ordigno bellico, l’interdizione

dell’area sita in LOC. Lido degli Scacchi Via Acciaioli porzione

di terreno agricolo zona Furbino ad una idonea distanza dal punto

di rinvenimento, secondo le indicazioni che saranno fornite sul

luogo dal personale incaricato della bonifica, dalle ore 10:00

del giorno 21/12/2020 e fino alla fine delle operazioni;

 

INCARICA

 il Settore Tecnico del Comune di Comacchio di provvedere

all’adeguato transennamento e/o delimitazione della zona

ricadente nell’area come sopra individuata e di mettere a

disposizione il personale ed i mezzi richiesti dai militari del

8° Reggimento Genio Guastatori Paracadutisti “FOLGORE”;

 il Comando della Compagnia dei Carabinieri di Comacchio ed il

Comando del Corpo di Polizia Locale, dell’adozione per quanto di

competenza, di tutte le misure ed operazioni che si renderanno

necessarie ai fini della bonifica dell’ordigno bellico;

 

DISPONE

 che la presente ordinanza sia immediatamente affissa all’Albo

Pretorio e trasmessa:

 Alla Prefettura di Ferrara;

 Alla Questura di Ferrara;

 Al Sig. Comandante provinciale dei Carabinieri;

 Al Sig. Comandante della Compagnia Carabinieri di Comacchio;

 Al Sig. Comandante della Stazione Carabinieri di Porto Garibaldi;

 Al Sig. Comandante Provinciale dei VV.FF.;

 Al Sig. Presidente Comitato Provinciale della Croce Rossa

Italiana

 Al Sig. Comandante del Corpo della Polizia Locale;

Avverso il presente provvedimento può essere proposto, ai sensi

dell’art. 3, ultimo comma, della Legge n. 241/90 e s.m.i., nel termine

di 30 giorni dalla notificazione, ricorso al Prefetto di Ferrara

oppure, in via alternativa, ricorso al TAR dell’Emilia-Romagna entro

60 giorni dalla notificazione.

Fonte: https://www.ferraraitalia.it/rimozione-ordigno-bellico-221768.html

Foto: ferrara24ore.it (Archivio)

È importante ricordare che, in casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità e informare immediatamente le Forze di Polizia 

Valle d’AostaPiemonteLiguriaLombardiaTrentino-Alto AdigeVeneto,

Friuli-Venezia GiuliaEmiliaRomagnaToscanaUmbriaMarcheLazioAbruzzoMolise

CampaniaPugliaBasilicataCalabriaSiciliaSardegna

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
ordigni-bellici-iiwar-shutterstock-696x522