Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina
sensazione di devozione allo scopo comune:
la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica
bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Elogio della follia

Categories: Editoriali

Olanda, Brabante Settentrionale, Bergen op Zoom

Folly’s acclaim

Sometimes, all people who “recover” follow some rules, written by members of the Association and by common sense. In Europe, regulations can be different, even though all the states agree on the fact that removing explosing device is dangerous and it is forbidden. This would be a civil and penal violation, similar to war instrument’s possession. In Poland, for example, this action would be punished with 8 years in prison. But what leavs everybody confused is the case reported by a biografiadiunabomba’s coworker: the story occurs in Bergen op Zoom, a group of metaldetectorists finds 4 unexploded grenades and does not warn the police o other authorities, instead, they leave the devices on site generating a new dangerous situation for hikers or walkers, that could be with children. What can happen if these children, in some ways, stimulate the bombs? This story is the result of a total disinformation and carelessness. Moreover in that same region it is forbidden to remove or move devices, and it is forbidden to use metaldetector as well. Therefore in this case, they totally broke the laws, not only the good sense. S.J.A.L.

 

Solitamente il mondo dei “recuperanti” è regolamentato sia dai responsabili dell’Associazione, sia dal buon senso dell’iscritto. In Europa sul tema le normative non sempre seguono identici principi, tuttavia tutti gli Stati concordano nell’affermare che rimuovere residuati bellici è vietato, nel senso che andremmo incontro a violazioni civili e penali come la detenzione di strumenti da guerra. In Polonia, per esempio si rischia fino a otto anni di detenzione se sorpresi a rimuovere il residuato bellico. Ma la notizia che lascia tutti perplessi è il caso che segnala un collaboratore di biografiadiunabomba. La vicenda avviene a Bergen op Zoom, un gruppo di metaldetectoristi, individua e scopre ben 4 granate inesplose, azione di per sé già pericolosa per gli stessi protagonisti. Ma queste persone non allertano Polizia o altre autorità di Pubblica Sicurezza, ma abbandonano gli ordigni sul posto, creando successive condizioni di pericolo per altri escursionisti di passaggio sul posto. Ma ciò che i protagonisti di questa triste storia non comprendono è che l’escursionista potrebbe avere al suo fianco dei bambini che per una serie di ragioni potrebbero sollecitare gli ordigni. Perciò da questa storia si evince una completa disinformazione del pericolo prodotto dai residuati bellici da parte dei recuperanti di questa vicenda.  Tra l’altro e concludo, in zona, sia nel territorio di Bergen op Zoom, quanto nel Brabantse Wal è “vietato” non solo rimuovere o spostare ordigni, ma è proibito addirittura l’utilizzo del metal detector. Quindi non è il buon senso ad essere punito da questa vicenda, ma la normativa emanata dalle autorità Olandesi.

Giovanni Lafirenze

Foto-Fonte: bndestem.nl

n de bossen op de Brabantse Wal liggen nog heel veel granaten in de grond na de veldslagen in de Tweede Wereldoorlog. Het is in de gemeente Bergen op Zoom ook verboden om met een metaaldetector de grond te onderzoeken, bevestigt een medewerker van de gemeente.

C9w3vGMWsAAumyY

images1.persgroep images4.persgroep

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
lib_045391