Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Disinnesco ordigno bellico a Valenza

Categories: Bonifica perché

Esercito Italiano

(ANSA)VALENZA (ALESSANDRIA), 20 GEN – Sono cominciate nella zona di Valenza (Alessandria) al confine con la provincia di Pavia le operazioni di brillamento dell’ordigno bellico trovato il 7 gennaio durante le operazioni di pulizia dell’alveo del Po. La bomba, di mille libbre (270 kg di tritolo), era vicino al Ponte di Ferro, che durante la Seconda guerra mondiale era un obiettivo d’attacco per le forze angloamericane. Una decina di persone sono state evacuate. Alle operazioni lavorano gli artificieri del 32esimo Reggimento Genio Guastatori della Brigata Alpina Taurinense. Con una ‘chiave a razzo’ è stata rimossa la spoletta posteriore dell’ordigno. Poi si è proceduto al taglio meccanico della porzione anteriore della bomba, che contiene una spoletta inestraibile. Il troncone disinnescato verrà portato in un altro luogo per il brillamento. A seguire l’intervento dal Centro operativo ci sono il viceprefetto vicario Paolo Ponta con il sindaco Gianluca Barbero.

Foto: radiogold.it

ordigno_bellico_valenza

9A104E44-7058-4F16-8852-E727BAB111A5

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
disinnesco ordigno bellico Valenza