Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Difesa: rimozione e bonifica ordigni bellici lago di Garda

Categories: Bonifica perché

La cittadina di Brenzone (VR) vedrà collaborare gli Artificieri del 8° Reggimento Genio Guastatori di Legnago della Brigata Paracadutisti Folgore dell’Esercito Italiano ed i Palombari sub/eod del Comando Subacquei ed Incursori della Marina Militare (COMSUBIN) per neutralizzare numerosi ordigni bellici risalenti al secondo conflitto mondiale rinvenuti nelle acque antistanti l’isola di Trimelone (Lago di Garda) nel territorio comunale di Brenzone (VR). Su richiesta del Comune di Brenzone, la Prefettura di Verona ha disposto e coordinato un intervento di bonifica d’urgenza durante il quale i Palombari della Marina, distaccati presso il Nucleo SDAI di Ancona (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi), si sono immersi per ricercare ed effettuare il riconoscimento delle anomalie ferro magnetiche, segnalate da una ditta specializzata in tale settore, fino a 39 metri di profondità. Gli artificieri della Marina hanno individuato e rimosso dal lago circa 3500 ordigni di varia tipologia e natura (bombe da mortaio, granate di artiglieria, bombe a mano, bombe da fucile, esplosivo, ecc.) che sono stati passati in consegna agli artificieri del 8° Reggimento Genio Guastatori di Legnago della brigata Folgore dell’Esercito Italiano i quali in una cornice di massima sicurezza, hanno recuperato gli ordigni per poi trasportarli presso una cava del posto dove sono stati fatti brillare in apposite buche precedentemente realizzate a cura degli assetti specialistici “dual use” in forza ai reggimenti guastatori dell’Esercito italiano. Le Forze Armate grazie alla capacità dual use dei propri reparti, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali, sono in grado di fronteggiare, in ogni momento, casi di pubblica calamità a supporto della popolazione su tutto il territorio nazionale, dimostrandosi una risorsa pronta e flessibile al servizio del Paese. Dual use è il termine usato per riferirsi alle tecnologie e alla capacità suscettibili di essere usate sia per scopi pacifici e di pubblica utilità che militari.

Foto-Fonte: http://www.marina.difesa.it/Notiziario-online/Pagine/20181210_comsubin_lago_di_garda.aspx

20181210_comsubin_lago_di_garda

c3ee0a84-ad86-4c77-b317-139abaf0cd4704Medium

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
92ca9f3a-1ca0-4c23-b2c3-0627bd898b6e02Medium