Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Dal fondale del porto riemergono le bombe della guerra mondiale

Categories: Bonifica perché

Esercito Italiano Marina Militare

Comando Forze Operative Nord di PadovaComando Forze Operative Sud di NapoliComando Truppe Alpine

Bolzano

Trento–Riva del Garda–Porto San Nicolò

Gli artificieri dell’Esercito e della Marina Militare hanno neutralizzato gli ordigni di medio calibro, presumibilmente della Seconda guerra mondiale, individuati nei giorni scorsi sul fondale del lago del Garda, nell’area sub del porto di San Nicolò a Riva. Per permettere le operazioni di recupero (a circa 33 metri di profondità), mercoledì 27 aprile il sindaco del paese e il ‘collega’ di Arco avevano firmato un’ordinanza urgente, che vietava il transito dei pedoni e dei veicoli in una parte del porto. L’operazione – spiegano i colleghi di Trentotoday – ha visto dapprima i palombari della marina militare recuperare le bombe portandole in superficie. A quel punto, sono intervenuti gli operatori del secondo (2°) Reggimento Genio Guastatori (Comando Truppe Alpine Bolzano)appartenenti alla brigata alpina Julia, che hanno proceduto al disinnesco. Per garantire la sicurezza dell’area, interdetta alla cittadinanza, sul posto c’erano anche la polizia di Stato e la guardia costiera. La copertura sanitaria è stata fornita dal corpo militare della Croce Rossa. Gli artificieri hanno colto l’occasione per ricordare a chiunque dovesse rinvenire presunti residuati esplosivi, sia in terra ferma sia nei fondali acquatici, di non toccarli e di segnalarli immediatamente alle Forze dell’Ordine.

Foto-Fonte: https://www.bresciatoday.it/cronaca/riva-ordigno-bellico.html

Valle d’AostaPiemonteLiguriaLombardiaTrentino-Alto AdigeVeneto,

Friuli-Venezia GiuliaEmiliaRomagnaToscanaUmbriaMarcheLazioAbruzzo,

MoliseCampaniaPugliaBasilicataCalabriaSiciliaSardegna

Egregi Editori, il portale biografia di una bomba è orientato ad evidenziare i pericoli causati da residuati bellici, ma l’aspetto più importate consiste nel non avere fini di lucro ma solo quello di diffondere la consapevolezza del rischio dei residuati bellici. Chiediamo scusa se preleviamo le foto dei vostri articoli, ma ci servono per contestualizzare le modalità del rinvenimento. Citeremo sempre fonte e autore della foto. Sicuri di una vostra comprensione vi ringraziamo in anticipo.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Riconoscimento ordigno bellico lago di Garda-2-2