Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Da gennaio 200 bombe rese inoffensive

Categories: Bonifica perché

di Andrea Ottolia

Sono stati gli artificieri del 32° Genio Guastatori – unità della Taurinense, di stanza a Fossano – ad intervenire, lo scorso 15 settembre a Cuneo, per una bomba da mortaio della seconda guerra mondiale che era stata ritrovata in un terreno privato. Per l’operazione è stato bloccato il traffico nella zona dove si trovava l’ordigno, ma non è stato necessario ordinare l’evacuazione dei residenti anche grazie al “limitato potere distruttivo del manufatto ritrovato”.  “L’intervento – spiegano dal 32° Genio Guastatori – è solamente l’ultimo, in ordine di tempo, che ha visto impegnati gli artificieri dell’Esercito la scorsa settimana. Sono stati quattro gli interventi portati a termine in cinque giorni: a Gassino Torinese per il ritrovamento di una bomba da mortaio, a Novalesa per una granata d’artiglieria francese, a Saluzzo per una bomba a mano in dotazione all’Esercito durante la prima Guerra mondiale e infine a Cuneo”. Dall’inizio dell’anno, i militari del Genio Guastatori hanno effettuato 96 interventi: oltre 200 gli ordigni che hanno reso inoffensivi, nel territorio di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.

Foto-Fonte: http://www.lafedelta.it/Fossano/Da-gennaio-200-bombe-rese-inoffensive

 È importante ricordare che, in casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità e informare immediatamente le Forze di Polizia.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Da-gennaio-200-bombe-rese-inoffensive_articleimage