Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Conoscere per Ri-Conoscere a Roma

Categories: Bonifica perché,Editoriali

La campagna dell’A.N.V.C.G. Conoscere per Ri-conoscere non si ferma, dopo Molfetta, Bari e Messina approda a Roma. L’Istituto da visitare è il Liceo Classico Tito Lucrezio Caro in via Venezuela. L’incontro con gli studenti è previsto per le ore 9.15, noi giungiamo verso le 8:30 per allestire l’aula magna e preparare i collegamenti video. Detto fatto, in sala giunge un professore che sistema computer, proiettore e chiavetta. Intorno alle 9 giunge l’avvocato Roberto Serio, Segretario Nazionale dell’Associazione, la sala è già colma di studenti. Dopo qualche minuto giunge l’Avvocato Giuseppe Castronovo, Presidente Nazionale A.N.V.C.G. l’aula si riempie sempre più. I ragazzi continuano ad affollare l’aula, ci raggiunge lo scenografo della Scuola Internazionale di Comics, Roberto Dal Prà. Il dirigente Paola Fattoretto ricorda ai suoi studenti le ragioni dell’incontro, parla della guerra mondiale a Roma e di ciò che ha prodotto nel mondo, accenna alle nuove guerre in corso e al flusso migratorio che produce, infine dopo aver ricevuto un potente applauso dai suoi alunni cede il microfono all’avvocato Serio che presenta campagna ed oratori, successivamente consegna il microfono al Presidente Nazionale Giuseppe Castronovo, vittima lui stesso di un residuato bellico che lo rende cieco dall’età di nove anni. Il presidente sorride, sorride ai ragazzi. Riceve un potente e sincero applauso. Il Presidente parla loro di pace e solidarietà tra i popoli del mondo. Augura loro d’essere futuri testimoni di un mondo unito tra nobili sentimenti. Spiega che ogni guerra altro non è che il fallimento dell’uomo che rende cieco il suo stesso cuore. I ragazzi sembrano incantati, ascoltano in assoluto silenzio. Il Presidente termina l’intervento auspicando che la cultura della pace possa prevalere alla follia dell’odio. I ragazzi emozionati, applaudono. Il Presidente cede il microfono, è il mio turno, il P.C. inizia a proiettare le foto di ordigni interrati e di bombe visibilissime, adagiate nei greti di fiumi e torrenti. Spiego loro come potrebbero presentarsi attualmente ai nostri occhi le munizioni della prima e seconda guerra mondiale. L’attenzione dei ragazzi è notevole. Foto e tempo trascorrono, termino l’intervento cedendo la parola allo scenografo Dal Prà. Quest’ultimo spiega i progetti della scuola Comics nei confronti di realtà come Sudan e Darfur. Propone ai ragazzi di realizzare, sempre con il sostegno della scuola che rappresenta, qualche disegno rivolto al tema da presentare il 4 aprile durante l’annuale conferenza stampa dedicata alla giornata internazionale contro  mine e ordigni inesplosi. I ragazzi raccolgono l’invito. Il tempo tiranno pone fine al dialogo con i ragazzi del Liceo. Il Presidente Castronovo ringrazia i presenti per l’attenzione, la dirigente Fattoretto, al contrario, ringrazia Il Presidente per le parole proferite. La giornata si è conclusa, la Campagna Conoscere per Ri-Conoscere prosegue, prossimi appuntamenti il 23 al Liceo G. Minutoli a Messina, il primo aprile all’Istituto Tecnico Commerciale Lenoci di Bari.

Giovanni Lafirenze

DSCN4441

DSCN4455

DSCN4465 DSCN4475 DSCN4471 DSCN4482

 

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
DSCN4437