Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Chi dovrebbe sorvegliare, vigilare un ordigno come un 210 mm?

Categories: Bonifica perché,Editoriali

 

VeronaPadovaRovigoTrevisoVeneziaBelluno

VicenzaValli del PasubioPosinaMonte Pasubio

Ipotesi: escursionisti trovano un residuato bellico, per esempio un 210 mm risalente alla prima guerra mondiale. I giovani segnalano la presenza della bomba alle autorità competenti di zona. A chi spetta il compito di sorvegliare l’ordigno che non contiene farina ma esplosivo? Chi dovrebbe assicurare tutti noi che quell’ordigno e il suo terribile contenuto non finisca in mani sbagliate? Magari un pazzo che lo trasporta in un garage con l’intenzione di smanettarlo? O peggio tra mani malavitose? Tuttavia un 210 mm è un ordigno piuttosto pesante è più credibile che possa (tutto frutto della mia fantasia) rotolare verso valle e celarsi tra massi e vegetazione. Ma la domanda iniziale resta immutata: Chi dovrebbe sorvegliare, vigilare un ordigno come un 210 mm?

Valle d’AostaPiemonteLiguriaLombardiaTrentino-Alto AdigeVeneto,

Friuli-Venezia GiuliaEmiliaRomagnaToscanaUmbriaMarcheLazioAbruzzo,

MoliseCampaniaPugliaBasilicataCalabriaSiciliaSardegna

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
follia