Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Capo San Lorenzo, domani una bonifica

Categories: Bonifica perché

ARBATAX. Domani, a partire dalle ore 9. si procederà alla bonifica di un tratto di mare, nella zona di Capo san Lorenzo, nel cui fondale si trova un ordigno bellico. Nella mattinata di giovedì 4, il capo del Circondario marittimo di Arbatax e comandante dell’omonimo porto, tenente di vascello Antonello Fava, aveva emesso un’ordinanza in relazione «alla presenza di presunto ordigno bellico, adagiato su un fondale di circa 20 metri, nell’area denominata Zona 1B del Poligono militare di Capo san Lorenzo (nel territorio del Sarrabus, a Villaputzu ndr)». Sempre nella stessa giornata, il tenente di vascello Fava aveva richiesto l’intervento del Nucleo Sdai (Servizio difesa antimezzi insidiosi) di Cagliari «per le bonifiche del sito». E aveva vietato «la navigazione, l’ancoraggio, la pesca e i mestieri affini entro un raggio di 500 metri dal suddetto punto» . Giovedì c’è stato il messaggio del Comsubin (Comando subacquei e incursori “Teseo Tesei” e il giorno successivo quello del Nucleo Sdai di Cagliari, con il quale è stata richiesta «l’emissione di un’apposita ordinanza per l’interdizione dello specchio acqueo interessato dalle operazione di brillamento dell’ordigno». E ieri mattina, il comandante Fava ha emesso una nuova ordinanza, con la quale rende noto che lunedì 15 «dalle ore 9 e fino al termine delle operazioni di bonifica, è fatto assoluto divieto di transito a qualsivoglia unità entro un raggio di 2mila metri dal sopraindicato punto». Si tratta della Zona 1B del Poligono militare a mare di Capo san Lorenzo. E ancora «è fatto assoluto divieto di navigazione, ancoraggio, pesca, balneazione, immersione a qualsiasi titolo, nonché vietata qualsiasi attività di superficie, subacquea e mestieri affini in zona circolare avente raggio 3mila metri dal sopraindicato punto». Nel corso degli ultimi anni, nell’ambito delle acque del Circondario marittimo di Arbatax – che va da Capo Monte Santu a nord, fino a Capo Ferrato, nel territorio di Muravera a sud – sono stati diversi gli interventi del Nucleo Sdai per fare brillare ordigni bellici. (l.cu.)

Foto-Fonte: http://www.lanuovasardegna.it/nuoro/cronaca/2018/01/14/news/capo-san-lorenzo-domani-una-bonifica-1.16352026

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
image